13.9 C
Belluno
giovedì, Dicembre 1, 2022
Home Cronaca/Politica Cahiers de doléances La quarta vaccinazione * di Filiberto Dal Molin

La quarta vaccinazione * di Filiberto Dal Molin

Pubblichiamo l’intervento del dottor Filiberto Dal Molin, medico chirurgo specializzato in Radiologia, direttore sanitario della Salus, Istituto radiologico e fisiokinesiterapico con sede a Belluno. 

Filiberto Dal Molin

La Storia, la Letteratura e la Medicina ci testimoniano che le epidemie, virali o batteriche, hanno una tipica evoluzione rappresentata dalla curva di Gauss e si risolvono in un periodo breve, in genere inferiore ad un anno, salvo ritornare a distanza.
La nostra viremia della SARS, conosciuta da decenni, ha un tasso di mortalità di circa l’1%, ha provocato milioni di morti e dura da 3 anni. Il nostro Presidente del Consiglio l’aveva detto che sarebbe durata anni; in questo non si era sbagliato.

 

In questi giorni, contagi, ricoveri e decessi da COVID-19 risultano ufficialmente di gran lunga aumentati rispetto allo stesso periodo del 2020 e del 2021. Con buona pace di coloro che, predicando la validità dei vaccini, sembrano dimenticare che la popolazione italiana è la più vaccinata del pianeta (90% circa). La ricerca medica ci spiega che proprio per questo ci ritroviamo in una nuova emergenza, una emergenza perenne divenuta metodo di governo. E con l’emergenza tutte le decisioni del Governo diventano assolute e inderogabili.

Sappiamo che il Governo Italiano ha acquistato circa 330 milioni di dosi di vaccino e svariati milioni di queste sono prossime a scadere. Corrispondono a più di 5 dosi di vaccino per ogni italiano; 3 le abbiamo già fatte. Non ci sarebbe da stupirsi se ora l’impagabile ministro Speranza volesse imporre col solito dictat ricattatorio (o ti vaccini oppure ti sospendo dal lavoro e dallo stipendio) la quarta dose e qualche mese dopo la quinta.

Se poi i vaccini proposti fossero quelli acquistati mesi o anni fa, programmati per tipi di virus ormai defunto, quali giornali e quali programmi televisivi, abituati a diffondere comunicati governativi, avrebbero il coraggio della libertà di informazione?

Per doverosa informazione diretta a coloro che sembrano dimenticare che la nostra Nazione e l’Europa si sono date leggi civili, che non possono essere ignorate con un semplice DPCM, desidero ricordare che l’articolo 48 del Codice Deontologico in ambito medico recita: “Il medico attua sull’uomo le sperimentazioni sostenute da protocolli scientificamente fondati e ispirati al principio di salvaguardia della vita e dell’integrità psico-fisica, nel rispetto della dignità della persona. La sperimentazione sull’uomo è subordinata al consenso informato scritto del soggetto reclutato e alla contestuale e idonea informazione del medico curante indicato dallo stesso. Il medico informa il soggetto reclutato in merito agli scopi, ai metodi, ai benefici prevedibili e ai rischi, fermo restando il diritto dello stesso di interrompere la sperimentazione in qualsiasi momento, garantendo in ogni caso la continuità assistenziale…… Ogni tipologia di sperimentazione compresa quella clinica deve essere programmata e attuata secondo idonei protocolli nel quadro della normativa vigente e dopo aver ricevuto il preventivo assenso da parte di un Comitato etico indipendente”

Inoltre negli articoli del Codice Deontologico viene vietata la somministrazione di farmaci sperimentali a Pazienti dissenzienti. Per tutto ciò non ci sembra accettabile che il Presidente dell’Ordine dei Medici di Belluno abbia potuto sospendere dal servizio i medici che non intendono sottoporsi ad una vaccinazione inutile e dannosa, ignorando le regole basilari del Codice Deontologico e del giuramento di Ippocrate, per obbedire alle disposizioni contrarie di un ministro della Sanità, destinato ad una condanna imperitura.

Ho avuto col dr Capelli, presidente dell’Ordine di Belluno, un intenso scambio epistolare certificato. Sull’ultimo tema riguardante la quarta vaccinazione non mi ha risposto. Forse attende le disposizioni definitive del ministro Speranza.

Dr. Filiberto Dal Molin – Belluno

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Caro bollette, chiude l’unico negozio a Santa Croce. L’opposizione scrive al sindaco di Alpago

Alpago, 1 dicembre 2022 . "Abbiamo sentito l’esigenza di stimolare l’Amministrazione ad una riflessione comune sul tema della crisi economica che sta colpendo cittadini,...

Convenzione di Calalzo e Vigo con l’asilo nido di Lozzo. De Carlo: “Segno di unità del territorio”. Calligaro: “Importante aiuto alle famiglie”

I Comuni di Calalzo di Cadore e di Vigo di Cadore siglano una convenzione con l'asilo nido di Lozzo di Cadore per sostenere la...

Apre Belluno Miraggi VIII festeggiando i 10 anni di SlowMachine

Inizia con la performance “VideoDran” l’VIII edizione di Belluno Miraggi. In occasione del decennale di SlowMachine, la compagnia ha in programma, nel corso della stagione...

Il report “Triveneto 2030: le opportunità di investimento” di Scenari Immobiliari e Aspesi Triveneto

Nella macro-regione 101 mila transazioni immobiliari nel 2021, con prezzi stimati in crescita del 3% nel 2022 e del 4% nel 2023 Negli ultimi quattro...
Share