13.9 C
Belluno
mercoledì, Agosto 17, 2022
Home Arte, Cultura, Spettacoli Grazia Di Grace 20 anni dopo. Intervista alla cantante bellunese Grazia Donadel....

Grazia Di Grace 20 anni dopo. Intervista alla cantante bellunese Grazia Donadel. A settembre il nuovo spettacolo “Radici, radici”

E’ molto difficile non riuscire a trovarsi a Belluno. Eppure ci siamo riusciti. L’appuntamento per l’intervista con Grazia Donadel, cantante, compositrice, laureata in Filosofia all’università di Padova e diplomata al Conservatorio “Pedrollo” di Vicenza, in arte Grazia Di Grace, era alla Pasticceria Bellunese. Solo che la pasticceria ha due sedi, una a Mussoi dove c’è il laboratorio di produzione con vendita al banco, l’altra è la caffetteria nel centro storico di Belluno. Superato il contrattempo, ci troviamo al tavolo in piazza Mercato. La prima intervista risale all’inizio degli anni 2000, in occasione della rassegna musicale organizzata dal Comune di Belluno “Giovani di Note” che aveva coinvolto complessivamente una cinquantina di band bellunesi. E siamo ancora qui, vent’anni dopo, Grazia con il suo ultimo cd registrato a New York e io come allora con penna e blocchetto degli appunti.

Grazia, dove eravamo rimasti e cosa è successo in tutti questi anni?
“Gli anni 2000 sono quelli del mio esordio in pubblico. Sono nata come cantautrice, mi esibivo con mia sorella Chiara, seconda voce, e ci chiamavamo ‘Ice Flowers’. Poi il contatto con i gruppi musicali, l’incontro con il chitarrista Patrick Facchin e il bassista Nicola Menel. Fondiamo gli Identità Relativa, una band che proponeva folk inglese e rock. Poi canto con gli Antikamera trio, insieme a Gabriele Soppelsa (clarinetto) e Nicola Della Colletta (chitarra), facevamo un genere musicale sperimentale, musica contemporanea. Nel 2009 conseguo la laurea magistrale in Filosofia con indirizzo Etica Pubblica all’Università di Padova. Con Erasmus, frequento un anno accademico all’Università di Saint Andrews in Scozia, perfezionando la conoscenza della filosofia dell’arte, analitica, teoretica ed etica e della lingua inglese. Dal 2009 al 2013 studio al Conservatorio “Arrigo Pedrollo” di Vicenza dove mi sono diplomata in Canto Jazz. Da qui nasce il trio Grazia Di Grace con Luca Pisani e Sandro Gibellini, e inizia un’intensa attività con concerti live jazz, jam session, progetti di musica jazz, swing e jazz manouche. Nel 2021 a Padova, mi sono diplomata in Musicoterapia Nada Yoga e Canto Armonico o difonico, ossia di yoga del suono; un corso annuale tenuto dal maestro Riccardo Misto”.

Il tuo ultimo cd dal titolo Going Home lo registri a New York nell’ottobre 2019 ed esce nel 2021 per l’etichetta digitale Records DK. Perché proprio a New York?
“Per quattro anni, dal 2016 al 2020, ho vissuto a New York per un mese l’anno. Ci trovavamo con altri musicisti per delle jam session. Going Home raccoglie la produzione di quella esperienza. La copertina è stata realizzata dall’artista bellunese Roberta Cadorin”.
Come viene vissuto il periodo di pandemia all’interno della comunità artistica che frequenti?
“Durante i due anni 2020/2021 ho visto esplodere la creatività in tutte le arti, oltre alla nascita di nuove collaborazioni tra artisti. Si sono aperti tanti canali artistici, nati dal desiderio di creare contaminazioni tra arti diverse. Per quel che mi riguarda, ho iniziato un nuovo progetto denominato ‘Spiral of Sound’ nato dalla collaborazione con una ballerina newyorkese e un poeta indiano. A seguito della pandemia, insomma, ho iniziato a dare forma a un nuovo spettacolo”.

Quando lo vedremo questo spettacolo e di cosa si tratta?
“E’ programmato per settembre al Teatro “San Gaetano” di Castion (Belluno) e si chiamerà ‘Radici, radici’. Un contenitore di musica, poesia, danza e sculture in filo di ferro. Ispirato al lavoro Spiral of Soud, rappresenta il mio ritorno alle radici di casa. Partendo dal jazz, ritorno alle mie origini musicali di cantautrice qui a Belluno”.

Roberto De Nart

Share
- Advertisment -

Popolari

Marco e Pippo, il trio comico di successo, venerdì al PalaFeltre

Venerdì 19 agosto alle 21:30 al PalaFeltre va in scena il trio comico più esilarante e di successo del momento. Marco e Pippo in...

Dolomitiche in campo: è l’alba di una nuova era

Tutte in campo: è l'inizio di un nuovo percorso. Anzi, di una nuova era. Perché per la prima volta la SSD Dolomiti Bellunesi abbraccia...

Gli interventi di soccorso in montagna di oggi

Quero - Vas (BL), 16 - 08 - 22 -  Impegnato lungo l'Alta Via degli Eroi dopo essere partito ieri da Porcen e aver...

Concerto a Palazzo Fulcis Venerdì 19 agosto, alle 20.45

Prosegue con entusiasmo la rassegna "REstate in Città", in programma a Belluno fino al 1° settembre, ricca di concerti e visite guidate, che stanno...
Share