13.9 C
Belluno
sabato, Dicembre 10, 2022
Home Prima Pagina Poste italiane risponde. La forma continua a prevalere sulla sostanza: il certificato...

Poste italiane risponde. La forma continua a prevalere sulla sostanza: il certificato di negatività senza codice QR non basta

Poste centrali di Belluno

Qualche tempo fa avevamo riferito la storia di un problema burocratico accaduto all’ufficio postale di Fortogna, ma il problema potrebbe ripetersi in qualsiasi ufficio postale d’Italia. Era successo che a fronte di una certificazione di negatività Rna-Sars-Cov2 (da tampone molecolare) rilasciata da una struttura pubblica, non era stato erogato il servizio poiché il documento cartaceo era privo del codice QR. Abbiamo quindi segnalato il problema alle Poste ritenendo che la questione potesse essere superata con l’intervento della dirigenza.
Purtroppo non è andata così. La forma, ahimè, come avevamo titolato, prevale ostinatamente sulla sostanza. Le Poste non affrontano il problema segnalato, affermano che il comportamento degli impiegati nel richiedere il codice QR è corretto. Infatti questo nessuno l’ha mai messo in dubbio. Si trattava di superare il problema autorizzando il personale – in via eccezionale e nelle more di una disposizione ministeriale chiarificatrice o dell’abolizione della norma – ad accettare anche il documento senza codice QR che comunque certificava la negatività tanto quanto il codice QR. Ma, nella tradizione della burocrazia italiana, la dirigenza ha risposto non rispondendo al quesito, ripetendo pedissequamente regole già note.

Ecco l’inutile risposta di Poste Italiane

Belluno, 24 febbraio 2022 – In riferimento all’articolo “La forma vince sulla sostanza: alle Poste non si entra con tampone molecolare negativo privo di codice QR”, Poste Italiane sottolinea la correttezza del comportamento del personale dell’Ufficio Postale che, come previsto dalla normativa, ha richiesto al cliente il possesso del green pass base. Negli Uffici Postali dotati di gestore delle attese i cittadini mostrano il Qr code del green pass, presente sul proprio smartphone, al dispositivo presente all’ingresso dell’ufficio e, una volta riconosciutone il codice, si sceglie l’operazione e si prendere il ticket necessario per presentarsi allo sportello. Negli altri Uffici i cittadini devono esibire il green pass direttamente allo sportello per la verifica da parte dell’operatore che, attraverso il lettore scanner, confermerà la validità in tempo reale e procederà con l’erogazione dei servizi richiesti.
Poste Italiane – Media Relations

Precedente articolo al link:
https://www.bellunopress.it/2022/02/05/no-greenpass-28-belluno-la-forma-vince-sulla-sostanza-alle-poste-non-si-entra-con-tampone-molecolare-negativo-privo-di-codice-qr/

Share
- Advertisment -

Popolari

Legge di bilancio: presentate ai parlamentari eletti nei collegi di Belluno e Treviso le richieste della Cisl

Piena rivalutazione delle pensioni e nessun vincolo su Opzione Donna, riduzione ulteriore del cuneo fiscale, taglio del 3% per i redditi fino a 35...

Oggi l’Hockey Feltre sfida l’Hc Real Torino alle 18:30 al PalaFeltre

La prima squadra dell’Hockey Feltre continua con la seconda fase del campionato dopo la vittoria in casa dello scorso sabato contro l’HC Milano Old...

Il volontariato bellunese sfida il futuro. Venerdì 16 dicembre il convegno al Teatro comunale

Assessore Dal Pont: “Vogliamo diventi un appuntamento fisso per il terzo settore” Alle associazioni di volontariato della provincia, alle istituzioni e a tutta la comunità:...

Ponte nelle Alpi. Il Comune eroga 12mila euro di contributi alle associazioni di volontariato

Il Comune di Ponte nelle Alpi eroga 12mila euro di contributi alle associazioni di volontariato che operano in favore della comunità. In seguito alla crisi...
Share