13.9 C
Belluno
lunedì, Luglio 22, 2024
HomePrima PaginaMessa in ricordo degli alpini morti in Russia nella 2a Guerra mondiale

Messa in ricordo degli alpini morti in Russia nella 2a Guerra mondiale

Belluno, 29 gennaio 2022 – La suggestione del ricordo storico e dei canti ad esso collegati hanno fatto da filo conduttore della celebrazione di questa mattina al Tempio Ossario di Mussoi per la “Giornata della memoria e del sacrificio alpino” organizzata dalla Sezione di Belluno dell’Associazione Nazionale Alpini.
Alla cerimonia hanno preso parte delegazioni dei 44 Gruppi della Sezione, del 7° Reggimento Alpini e di alcune associazioni combattentistiche d’arma.
Nell’introduzione il segretario sezionale A.N.A. Giuliano Pastori ha ricordato il 79° anniversario della battaglia di Nikolajewka (26 gennaio 1943) ed il sacrificio di decine di migliaia di nostri soldati in terra russa, tra i quali quasi un migliaio provenienti dal territorio provinciale bellunese.
Il rito religioso è stato concelebrato da mons. Sandro Capraro, assistente spirituale della Sezione, e dal parroco padre Esterino Biesuz, già alpino della Tridentina e del 7°, che ha sottolineato come il sacrificio di tanti giovani soldati di allora debba essere “letto” come un richiamo perentorio alla vita: «Basta guerre, a voi dopo di noi il compito di costruire solo strumenti e situazioni di pace».
La cerimonia ha avuto anche una colonna sonora affidata alle emozioni provocate dai canti
“Nikolayewka” e “L’ultima notte degli alpini” di Carlo Geminiani e Bepi De Marzi e “Io resto qui” di Giuliano Penco e Giorgio Susana. La tromba di Ivan Roldo, poi, ha suggellato con il “Silenzio” momenti di autentico coinvolgimento emotivo tra i presenti.
L’incontro è terminato con la recita della “Preghiera del Caduto” ed i ringraziamenti finali del presidente delle penne nere bellunesi Lino De Pra che ha dato appuntamento ai presenti per analogo evento di fine gennaio del prossimo anno.

- Advertisment -

Popolari