13.9 C
Belluno
domenica, Gennaio 16, 2022
Home Cronaca/Politica Sicurezza in città. La surreale boutade di chiedere ai commercianti di pagare...

Sicurezza in città. La surreale boutade di chiedere ai commercianti di pagare la “protezione” * di Filippo Osnato (Fratelli d’Italia)

Filippo Osnato

Abbiamo letto, per giorni, delle idee (rectius: della unica idea!) partorite da questa giunta,
circa la tutela della sicurezza dei cittadini di Belluno. E, dopo tanto elucubrare, la montagna ha partorito il…topolino… Tremila euro per ingaggiare un soggetto privato a tutela del…pubblico, in collaborazione con ASCOM.

Sembra una boutade. Deve certamente essere una boutade. Questo abbiamo pensato, per
giorni.

Oggi leggiamo che il Presidente di ASCOM non ha ricevuto alcun invito alla collaborazione.
E già, di per sé, questo risulta piuttosto balzano. Ma Doglioni va oltre, svolgendo le stesse
riflessioni che anche noi abbiamo fatto – senza esprimerle pubblicamente, per non sembrare pretestuosi e lasciando ai nostri ottimi Consiglieri Comunali di attivarsi in sede di Consiglio: ma la tutela del pubblico deve essere posta in atto da un soggetto privato (pare quasi una resa: noi non ce la facciamo, incarichiamo qualcuno di proteggerci? Davvero chiedete ai commercianti, in un momento di evidente difficoltà economica, di pagare la “protezione”?
Sul serio non si può ricorrere alle Forze dell’Ordine, Polizia, Carabinieri, Polizia Municipale?
E con tremila euro, che cosa pensa di poter fare il Sindaco Massaro? Una ronda di quindici
minuti a sera per un mese?
Andiamo oltre pure noi, nel ragionamento: sono almeno due anni che Fratelli d’Italia
evidenzia un problema di sicurezza palese a tutti, tranne che alla Giunta ed alla
maggioranza; sono anni che Fratelli d’Italia fa presidii in centro per sensibilizzare chi di
dovere – non i cittadini, già fin troppo “sensibilizzati” dagli autori stessi degli atti di
vandalismo, violenza e disturbo – e sono anni che la Giunta e la maggioranza non solo non
ascoltano, ma minimizzano fatti gravi, riportandoli a marachelle adolescenziali. Ed oggi, ad
un passo dalla fine del mandato, se ne escono con questa trovata geniale: tremila euro ad
un privato per tutelarci.
Non hanno voluto, per pura e semplice demagogia ideologica, armare la Polizia Municipale,
come chiesto dai Consiglieri di Obiettivo Belluno – Fratelli d’Italia, Raffaele Addamiano ed
Andrea Stella, consentendo ai suoi agenti di poter operare anche in orario notturno ed in
sicurezza, ma “armano” un soggetto, la cui preparazione a fronteggiare gli eventi di violenza occorsi non può essere pari a quella degli agenti delle Forze dell’Ordine, chiedendo soldi a dei privati cittadini?

Deve per forza essere una boutade!

E, mentre la Giunta e la maggioranza si dilettano in queste facezie, la Città Splendente si
spegne sempre di più, la percezione di insicurezza, tra i bellunesi, invece, cresce: per le
risse di strada, i furti in casa, anche per i pericoli che molte persone sentono sui mezzi di
trasporto pubblici.

Aggiunge Alessandro Farina, Responsabile Dipartimento Difesa di Fratelli d’Italia BellunoDolomiti: “A mio modesto parere la sicurezza dei nostri luoghi pubblici, delle nostre vie, dei nostri portici, delle nostre piazze, non va demandata a ditte private quando tra i ranghi ci sono i migliori operatori delle forze dell’ordine. Abbiamo la fortuna di avere la Guardia di Finanza, i Carabinieri, la Polizia di Stato, tutti corpi con varie sezioni specializzate, una Polizia Locale che può senza alcun impedimento potenziata al fine di schierarla anche nei turni serali proprio nel centro storico.
Come ultima soluzione ricordo la possibilità di un impiego di piccoli nuclei (lo fanno da
decenni in altri comuni e piazze d’Italia) dei nostri valorosi Alpini del 7’Rgt. Ma questa è un
extrema ratio e tale deve rimanere. Le Istituzioni locali ci sono! Lo Stato cè! Sarebbe un bel segnale.”.

Il Portavoce Provinciale Fratelli d’Italia
Filippo Osnato

Share
- Advertisment -



Popolari

Campionati italiani Giovani di sci di fondo. Due ori al Comitato Veneto e due alle Alpi Occidentali

Comelico Superiore (Belluno), 16 gennaio 2022 – Si è svolta ieri, sabato 15 gennaio, a Padola di Comelico Superiore (Belluno) la prima delle due...

Piemonte e Valle d’Aosta protagonisti alla prima giornata della Coppa Italia di Biathlon in Val di Zoldo

Val di Zoldo (Belluno), 16 gennaio 2022 – Si è svolta ieri, sabato 15 gennaio, la prima delle due giornate della Coppa Italia Fiocchi...

Seconda giornata di International Motor Days a Cortina

Rombo di motori in tutta la valle per la seconda giornata di International Motor Days - Cortina Winter Edition, che si svolge a Cortina...

No greenpass 24 Belluno. Tachipirina e vigile attesa cadono dinanzi al Tar del Lazio

Belluno, 15 gennaio 2022 - Oggi pomeriggio al Parco "Città di Bologna" di Belluno si è tenuta la 24ma manifestazione nogreenpass, con una discreta...
Share