13.9 C
Belluno
mercoledì, Luglio 6, 2022
Home Cronaca/Politica Vaia. D'Incà: "A tre anni dal tragico evento abbiamo imparato a fare...

Vaia. D’Incà: “A tre anni dal tragico evento abbiamo imparato a fare squadra e a investire per la difesa dell’ambiente”

Federico D’Incà, ministro per i Rapporti con il Parlamento

“Il ricordo della tempesta Vaia è ancora vivo e forte: avevo trascorso molto tempo nella sede della Protezione Civile di Belluno, seguendo i continui aggiornamenti di quella violenta ondata di maltempo che ha provocato morte e distruzione, con venti che soffiavano a 200 km all’ora e oltre 700 millimetri di pioggia che si sono abbattuti nel bellunese e nel triveneto”.

Lo dichiara Federico D’Incà, Ministro per i Rapporti con il Parlamento, a tre anni dall’anniversario della tempesta Vaia.

“A tre anni da quel terribile evento rimangono due insegnamenti importanti – prosegue D’Incà, che aggiunge -. Il primo è stato la capacità di fare squadra: siamo stati uniti di fronte a un grande momento di difficoltà, ma anche determinati nel saperci aiutare e nel rialzare la testa per risollevare le nostre comunità. Ed è questo il giusto atteggiamento da adottare per affrontare e vincere le sfide future, non soltanto quelle negative. Il secondo è il continuo impegno nella protezione ambientale. Anche in questi giorni il nostro Paese è vittima di gravi eventi meteorologici, frutto di una mutazione del clima che va contrastata con un deciso cambiamento di passo. Oltre alle risorse per la ricostruzione, come è avvenuto nel caso di Vaia in cui fu stanziato circa un miliardo di euro in tre anni dal primo Governo Conte, bisogna lavorare con forza sulla prevenzione. Il Pnrr mette a disposizione quasi 60 miliardi di euro per la transizione ecologica, una rivoluzione per l’intero Paese che permetterà di difendere la bellezza e il valore dei nostri territori all’insegna della sostenibilità. Le prossime generazioni attendono un ambiente sano, noi abbiamo il dovere di proteggerlo”.

Infine il Ministro per i Rapporti con il Parlamento ringrazia “tutti gli operatori che si sono impegnati negli interventi di soccorso. È stato un altro esempio di coesione e di responsabilità nei confronti del prossimo, valori che devono sempre accompagnarci”.

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Marmolada, aggiornamento delle ore 19:40 Prosegue la ricerca dei dispersi con i droni

Canazei, 6 luglio 2022 - Si è tenuto poco fa a Canazei un breve punto stampa al termine di una riunione tecnica fra tutti...

Marmolada: chi non rispetta i divieti sarà denunciato

Canazei, 6 luglio 2022 -  Il sindaco di Canazei, Giovanni Bernard, ha firmato una nuova ordinanza attraverso la quale viene circoscritta l'area di chiusura...

Tutto pronto per VinoVip Cortina 2022

Il 10 e l'11 luglio la perla delle Dolomiti accoglie professionisti e appassionati con oltre 170 vini e distillati da degustare Luglio 2022 - Brindisi...

Nubifragio e grandine: il Comune di Ponte nelle Alpi richiede lo stato di crisi per la calamità del 21 giugno

Dopo un'attenta valutazione dei danni da parte dei tecnici del Comune di Ponte nelle Alpi, è stato richiesto alla Regione lo stato di crisi...
Share