13.9 C
Belluno
giovedì, Luglio 29, 2021
Home Cronaca/Politica Contagi covid e mancati trasferimenti. Massaro: "Con queste condizioni è sospesa la...

Contagi covid e mancati trasferimenti. Massaro: “Con queste condizioni è sospesa la mostra del Tiziano”

Jacopo Massaro – Sindaco di Belluno

Un’evoluzione della situazione Covid ancora preoccupante e incerta, vista anche la lontananza dell’obbiettivo dell’immunità di gregge, e una pesante riduzione dei trasferimenti statali comunicata in questi giorni: con questa motivazione, slitta a data da destinarsi la mostra di Tiziano, finora ipotizzata per l’autunno 2021.
Ad illustrare l’attuale scenario è il sindaco di Belluno Jacopo Massaro e l’assessore alla cultura Marco Perale.

Situazione Covid
Non c’è solo l’attuale aumento dei contagi a preoccupare l’amministrazione Massaro per l’organizzazione di grandi eventi: «Finora abbiamo ragionato e operato confidando nel raggiungimento dell’immunità di gregge, che il generale Figliuolo aveva indicato per fine settembre con l’80% della popolazione vaccinata con doppia dose. – sottolinea Massaro – Ad oggi, a livello nazionale appena il 57% ha ricevuto la prima dose, mentre sono poco più del 44% le persone che hanno completato il ciclo vaccinale; nonostante nel territorio comunale la percentuale di persone con almeno una dose di vaccino sia già da tempo superiore alla media nazionale e provinciale (i dati ufficiali di inizio luglio parlano di un 56% di vaccinati tra i 12 e 59 anni contro il 49% della provincia, 90% tra gli over 60 contro l’87% provinciale), non possiamo certo sentirci tranquilli, visto anche la nuova crescita dei contagi che in provincia di Belluno ha visto anche la nascita di focolai in occasione di manifestazioni ed eventi, le nuove varianti e un rallentamento nelle adesioni alla campagna vaccinale. Spiace quindi che una indecisione sull’opportunità di vaccinarsi e una pessima comunicazione nazionale sul tema ostacolino questa grande possibilità di rilancio economico, ma mi sento orgoglioso dei nostri concittadini che ringrazio per aver aderito e per continuare ad aderire in massa alla campagna vaccinale».

Quadro finanziario
C’è poi una nuova tegola economica, un fulmine a ciel sereno tutt’altro che di secondo piano: «Venerdì scorso ci è stato comunicato che i trasferimenti statali al Fondo Funzioni del Comune di Belluno (destinato a coprire le maggiori spese e le minori entrate comunali causa Covid) non sarà, come suggerito dai tecnici romani, di 870mila euro, ma di poco meno di 160mila. – evidenzia il sindaco – È chiaro che questo ci costringe a rivedere tutti i nostri piani d’azione, e piuttosto che andare a tagliare su servizi indispensabili come la scuola abbiamo deciso di rinviare un evento che sarà di grande traino per la ripresa turistica ed economica, ma che con le attuali novità sul quadro pandemico non potrebbe garantire la necessaria sicurezza di cittadini e visitatori».

Marco Perale, assessore alla Cultura del Comune di Belluno

Sviluppi futuri
La mostra di Tiziano però non è morta: «Si tratta solo di un “fermo macchine”, non di un annullamento, tanto che abbiamo già in calendario per la prossima settimana un nuovo incontro con Maurizio Cecconi di Villaggio Globale, nostro partner in questa iniziativa, e con il professor Enrico Maria Dal Pozzolo, curatore scientifico della mostra. – sottolinea Perale – In questi anni, abbiamo portato avanti il progetto a step, e quello di quest’anno ci sarà comunque utile per rendere funzionali al massimo le sale espositive di Palazzo Bembo. Sono attesi almeno 30mila visitatori, ragionevolmente si arriverà a 50mila, ed è assurdo rischiare un investimento simile in un momento di così grande incertezza sanitaria».
«Lasciamo alla prossima amministrazione un lavoro già ben costruito, con contatti, logistica e organizzazione in avanzato stato di definizione; inoltre, il lavoro svolto finora ci permetterà di completare l’infrastrutturazione di Palazzo Bembo, come antifurto, telecamere, compartimentazioni, comunque necessaria per ospitare mostre in quella nuova sede. – chiude Massaro – Certamente spiace non poter chiudere quest’anno con un grande evento, ma l’andamento delle vaccinazioni e l’ennesimo taglio ingiustificato agli enti locali non consentono di poter organizzare in sicurezza e con responsabilità una rassegna su un artista il cui nome attirerà visitatori da ogni angolo del mondo».

Share
- Advertisment -

Popolari

Confermata domenica 1° agosto a Belluno la manifestazione “No al green pass”

"No al green pass". Domenica I° agosto dalle ore 18:00 alle ore 20:00 è confermata la manifestazione in piazza dei Martiri a Belluno. La protesta...

SlowMachine tra le imprese d’innovazione riconosciute dal Ministero della Cultura

SlowMachine, la compagnia teatrale bellunese che dal 2014 lavora sul territorio producendo spettacoli realizzando progetti di programmazione, è stata riconosciuta dal Ministero della Cultura...

Elisa Calcamuggi è la nuova responsabile marketing della Dmo

La Dmo Dolomiti si rinnova, con una nuova responsabile marketing. Si tratta di Elisa Calcamuggi, giornalista sportiva, che ha vinto il bando per la...

Cortina celebra i 150 anni dalla nomina della prima Guida alpina

A Cortina la tradizione alpinistica nasce in tempi lontani e naturalmente, come parte della vita quotidiana nella valle. Furono i cacciatori infatti i primi...
Share