13.9 C
Belluno
giovedì, Luglio 29, 2021
Home Cronaca/Politica Sistemazione del sentiero sul lago di Santa Croce a Poiatte: la Provincia...

Sistemazione del sentiero sul lago di Santa Croce a Poiatte: la Provincia chiama Veneto Strade per rimuovere una frana

Si stanno concludendo in questi giorni i lavori di rimozione del materiale e messa in sicurezza della frana di Poiatte, che interessa il sentiero del lago di Santa Croce (in Alpago). Un dissesto provocato dal maltempo di dicembre 2020 che per diversi mesi ha ostruito il passaggio, rendendo impraticabile un tratto della camminata del lago. La frana si trova sotto la strada provinciale, senza però costituire un problema per la viabilità. «Non risultava pertanto una priorità per l’azienda regionale. Non appena ci sono state le condizioni per intervenire, abbiamo chiesto a Veneto Strade di liberare il passaggio – spiega il consigliere provinciale delegato alla difesa del suolo, Massimo Bortoluzzi -. Nel giro di qualche giorno i lavori saranno conclusi. Ringrazio tutta la struttura e in particolare il dirigente Michele Artusato per il rapido interessamento».

Veneto Strade ha già tolto una parte del materiale franato sul sentiero e sta procedendo con la messa in sicurezza. Nel frattempo, sta intervenendo anche sul versante, con opere propedeutiche al rafforzamento della strada provinciale sovrastante.

«Si è trattato di un gioco di squadra che porta benefici sia alla viabilità sia alla fruibilità dell’area del lago, che in piena stagione turistica è uno dei fiori all’occhiello del nostro territorio – continua il consigliere Bortoluzzi -. Parallelamente il Comune di Alpago sta intervenendo in un altro settore del lago. Un ottimo lavoro, con l’augurio che la collaborazione istituzionale possa portare a chiudere l’anello ciclabile di Santa Croce, che è il lago più grande interamente in territorio regionale».

Il Comune di Alpago infatti comincerà domani (16 giugno) i lavori di ripristino della spalla di ponte sul torrente Valda, a Bastia, che ha subito un dissesto con l’alluvione del 6 dicembre.

«Dalla prossima settimana l’intero tratto di ciclabile della Monaco-Venezia tornerà a essere fruibile: un dato importante visto che in questi mesi abbiamo potuto toccare con mano quanto sia frequentata dai cicloturisti – commenta l’assessore Federico Costa -. Purtroppo usciamo dall’alluvione del 6 dicembre con il bilancio bloccato. Sia per ragioni finanziarie sia burocratiche, non siamo potuti intervenire sul Valda fino a oggi, ma nel giro di pochi giorni i lavori di ripristino saranno conclusi. Nel frattempo oltre a essere in pieno contatto con tutti gli enti competenti per la sistemazione di altri problemi dovuti all’alluvione, abbiamo provveduto con mezzi comunali alla pulizia della spiaggia di Farra, dove la Provincia aveva già fatto un corposo intervento. Ringrazio l’amministrazione provinciale per la collaborazione e Veneto Strade per l’intervento a Poiatte: in questo modo la nostra ciclabile tornerà alla piena funzionalità».

Share
- Advertisment -

Popolari

Confermata domenica 1° agosto a Belluno la manifestazione “No al green pass”

"No al green pass". Domenica I° agosto dalle ore 18:00 alle ore 20:00 è confermata la manifestazione in piazza dei Martiri a Belluno. La protesta...

SlowMachine tra le imprese d’innovazione riconosciute dal Ministero della Cultura

SlowMachine, la compagnia teatrale bellunese che dal 2014 lavora sul territorio producendo spettacoli realizzando progetti di programmazione, è stata riconosciuta dal Ministero della Cultura...

Elisa Calcamuggi è la nuova responsabile marketing della Dmo

La Dmo Dolomiti si rinnova, con una nuova responsabile marketing. Si tratta di Elisa Calcamuggi, giornalista sportiva, che ha vinto il bando per la...

Cortina celebra i 150 anni dalla nomina della prima Guida alpina

A Cortina la tradizione alpinistica nasce in tempi lontani e naturalmente, come parte della vita quotidiana nella valle. Furono i cacciatori infatti i primi...
Share