13.9 C
Belluno
giovedì, Aprile 22, 2021
Home Lavoro, Economia, Turismo Ristori e Fondo montagna: Dal Poz: "Buon punto di partenza ma c'è...

Ristori e Fondo montagna: Dal Poz: “Buon punto di partenza ma c’è molto da affinare”

Luca Dal Poz

Confcommercio e Federalberghi Belluno stanno in questi giorni approfondendo i contenuti del tanto atteso Decreto Sostegni, provvedimento da considerarsi per vari aspetti e principi positivo ma che necessita senz’altro di adeguamenti.

«Ci siamo riservati alcuni giorni per studiare a fondo il Decreto Sostegni», afferma il direttore Luca Dal Poz «così da poterne meglio comprendere l’impatto che lo stesso potrà avere sulla nostra economia e per poter sensibilizzare i nostri rappresentanti politici, regionali e nazionali, sugli aspetti sui quali, a nostro avviso, sarà fondamentale intervenire tanto in sede di conversione in legge quanto di definizione del decreto ministeriale per il fondo montagna».

«Innanzitutto», continua Dal Poz «confidando nell’iter parlamentare, speriamo ad esempio di poter intervenire su alcuni dettagli del contributo a fondo perduto sul calcolo del quale mancano riferimenti al primo bimestre del 2021; tutti sappiamo quanto le imprese turistiche e commerciali, sia di vallata che di montagna, abbiano sofferto in questo primo scorcio d’anno. Perdite enormi se parametrate allo stesso bimestre 2020. Su questo fronte però non c’è traccia che i ristori vadano calcolati anche su questo inizio 2021. Insisteremo ancora sulla soglia di perdita di fatturato per ora fissata al 30%; in tal senso proponiamo ai nostri parlamentari e ministri bellunesi di reintrodurre la deroga che, prevista dal Decreto Rilancio di giugno scorso, consentiva di superare il vincolo suddetto in quanto tutta la provincia si trovava in regime emergenziale per le conseguenze di Vaia. Non mancheremo di sollecitare che il Canone RAI 2021 venga annullato del tutto e non scontato di un solo 30%».

L’associazione provinciale del commercio e del turismo sta ricevendo molti spunti e stimoli dalla base associativa e la dirigenza e gli uffici si stanno confrontando assiduamente con il territorio e con i rappresentanti delle categorie.

«C’è poi il tema del “Fondo Montagna” previsto dall’articolo 2», afferma Dal Poz «e non possiamo che apprezzare il fatto che in un Decreto di tale rilevanza vi sia un capitolo a se’ per l’economia dei comprensori sciistici le cui imprese di filiera sono state colpite duramente a marzo 2020 ed ancor più nella stagione invernale 20/21. Su questo fronte evidenziamo alcune criticità che, secondo noi, vanno approfondite e risolte: cosa si intende per comprensorio sciistico? Rientreranno solo i comuni dotati impianti con esclusione di contesti territoriali di appoggio fondamentale sotto il profilo della ricettività e dei servizi commerciali come, solo per citarne alcuni, Borca, S. Stefano di Cadore, Canale d’Agordo? Tra i comuni classificati dall’articolo 2 mancano Belluno e Pedavena che però hanno impiantistica da sci e ricettività, commercio e servizi funzionali alla stessa. Riteniamo poi che il parametro delle presenze turistiche per la distribuzione delle risorse sia squilibrata e per noi penalizzante rispetto ad altri territori (che godono inoltre di condizioni speciali) e non vorremmo che la bassa incidenza di ricettività professionale si traduca in risorse scarse. Infine, neppure sull’articolo 2 troviamo traccia di un calcolo dei ristori da parametrare sulla stagione invernale che, in condizioni ordinarie, starebbe andando a gonfie vele».

Share
- Advertisment -

Popolari

Aperta la nuova corsia di marcia della Statale 51 a Longarone

Venezia, 21 aprile 2021 - Avanzano i lavori nel tratto urbano di Longarone, in provincia di Belluno. Anas (Gruppo FS Italiane) ha aperto al traffico,...

Decreto riaperture. Ribon (Cna Veneto): “Il coprifuoco alle 22 d’estate sembra una incongruenza”

Marghera, 21 aprile 2021 - Torna la zona gialla e con essa le riaperture che dovrebbero iniziare con il 26 aprile prossimo: la ripresa delle...

Pulizia fontane. Addamiano: “Troppo comodo presentarsi a fine dell’opera e far credere che sia merito dell’Amministrazione”

"Un plauso convinto e un ringraziamento sincero a tutti i volontari del Servizio Civile Anziani e della Protezione Civile che, in perfetta coerenza con...

Cerimonia di apertura di Cortina 2021: il valore intangibile del primo evento live in era pandemica

Il ritorno sociale sull'investimento con il metodo SROI per misurare il valore extra-finanziario rispetto alle risorse investite. Ovvero, Quando le risorse investite generano un...
Share