13.9 C
Belluno
martedì, Aprile 20, 2021
Home Cronaca/Politica Acc Mel nel Decreto sostegni. D'Incà: "Assicurata la continuità operativa allo stabilimento"

Acc Mel nel Decreto sostegni. D’Incà: “Assicurata la continuità operativa allo stabilimento”

Federico D’Incà, ministro (M5S)

“Grazie a un importante provvedimento contenuto all’interno del Decreto Sostegni, lo stabilimento ACC di Mel può continuare a guardare al futuro e proseguire nel proprio percorso verso la nascita di Italcomp. È infatti prevista un’ulteriore modalità operativa di finanziamento basata sulla diretta concessione di prestiti alle aziende con 250 o più dipendenti e un fatturato superiore a 50 milioni di euro o un bilancio superiore ai 43 milioni. Sarà quindi creato un fondo che, in connessione con l’attuale situazione di emergenza legata al Covid, assicura alle imprese una continuità operativa grazie alla concessione di prestiti. Si tratta di finanziamenti agevolati, rimborsabili entro 5 anni. In particolare, il fondo può concedere finanziamenti anche alle imprese in amministrazione straordinaria, come nel caso di ACC: l’aiuto serve ad assicurare la concessione di prestito diretto alla gestione corrente, alla riattivazione e al completamento di impianti, immobili e attrezzature ma anche per le altre misure indicate nel programma presentato”.

Lo afferma Federico D’Incà, ministro per i Rapporti con il Parlamento, in seguito alla norma contenuta all’interno del Decreto Sostegni varato dal Consiglio dei ministri.

“Questa norma – prosegue D’Incà – permette quindi di superare il momento di difficoltà attraversato dall’azienda e si propone come alternativa al sistema bancario. Mi ritengo molto soddisfatto per questo risultato che rappresenta un’importante risposta da parte del governo allo stabilimento di Mel. In queste settimane mi sono costantemente interfacciato con il ministro dello Sviluppo Economico Giancarlo Giorgetti e con il ministro dell’Economia Daniele Franco che ringrazio per l’attenzione e l’intenso lavoro svolto. Sono rimasto in contatto costante anche con il commissario Maurizio Castro, con gli amministratori del territorio, oltre all’unità di crisi del Mise e la sottosegretaria Alessandra Todde, da sempre attiva nella nascita del progetto Italcomp”.

“Si tratta di un progetto su cui il Governo, così come il precedente Esecutivo, crede fortemente e su cui non ha mai smesso di porre l’attenzione. Vorrei esprimere la mia vicinanza ai dipendenti e il mio personale ringraziamento per la loro continua dedizione nei confronti dello stabilimento: un insieme di professionalità e di competenze che meritano di essere valorizzate nell’intero progetto legato al polo del compressore – conclude il Ministro D’Incà”.

Share
- Advertisment -

Popolari

Nuovo Commissario per la gestione post Vaia. Scarzanella: «Soragni figura di rilievo, ora un ragionamento condiviso con le imprese»

Ugo Soragni è il nuovo Commissario delegato per l'emergenza legata alla tempesta Vaia. Già direttore dei Musei del ministero dei Beni Culturali, raccoglie il...

Avvicendamento alla Lega giovani: Paolo Luciani lascia, entra Marco Donno

Belluno, 20.4.2021 - Cambio al vertice della Lega Giovani della Provincia di Belluno. Il coordinamento provinciale giovanile leghista si aggiorna dopo quattro anni per...

Ulss Dolomiti. Monoclonali: 23 dosi somministrate

Continua, in Ulss Dolomiti, la terapia contro il covid attraverso l’uso dei monoclonali. I risultati sono soddisfacenti. Ad oggi sono state somministrate dalla UOC...

Da lunedì tutti a scuola, didattica in presenza al 100%. Cna Bus Fita Veneto: i bus ci sono. Scopel: didattica al 75% con capienza...

Marghera, 20 aprile 2021. Sono 350 in Veneto le imprese che si occupano di trasporto di persone su gomma, iscritte nell'Albo Regionale, per un...
Share