13.9 C
Belluno
domenica, Febbraio 28, 2021
Home Prima Pagina Il prefetto di Belluno Sergio Bracco a Cortina per i Mondiali di...

Il prefetto di Belluno Sergio Bracco a Cortina per i Mondiali di febbraio

Sergio Bracco – Prefetto

Cortina, 7 gennaio 2021 – «Farò di tutto per dare una mano alla comunità bellunese. Il mio impegno sarà totale, al servizio dei cittadini». Così il nuovo prefetto Sergio Bracco, che ha da subito inserito in agenda una visita a Cortina per prendere atto dei lavori fatti in preparazione dei prossimi Mondiali di sci alpino (7-21 febbraio) e per capire le attuali e le future esigenze in termini di sicurezza durante l’importante appuntamento.

«Ho ritenuto importante fare questa visita – dichiara il prefetto – Cortina si trova a misurarsi con un evento internazionale, in un momento difficile. Sarà molto importante riuscire a dare il meglio. E sono convinto che così sarà».

A ricevere il neoprefetto in Comune, è stato il sindaco Giampietro Ghedina, che dice: «Da anni l’Alto Bellunese aspettava un intervento congiunto delle istituzioni per poter dare il via ad una serie di lavori e di migliorie. A cominciare dalla viabilità. I Mondiali sono stata l’occasione. Ringrazio tutti per il gioco di squadra. Al Prefetto do il benvenuto, sicuro che sarà una collaborazione fattiva, nell’interesse generale»

Valerio Toniolo, Commissario per le opere dei Mondiali di Cortina 2021, ha avuto il compito di illustrare nei dettagli gli interventi effettuati e quelli in programma, portare il Prefetto sui cantieri ultimati e spiegare l’impegno sostanzioso dello Stato. Ecco le parole di Toniolo: «Di fatto siamo pronti per il grande evento, malgrado le molte complicanze dovute alla pandemia. E questo grazie allo sforzo congiunto di tutti. Le opere di natura sportiva, che fanno capo a noi, sono in larga misura ultimate. Non solo: altre proseguiranno per dare nuova linfa a questo territorio e all’Italia più in generale, anche pensando alle Olimpiadi 2026 che vedranno Cortina protagonista».

Ex questore di Milano, napoletano d’origini, una lunga esperienza nel nome della legalità, nella Polizia di Stato e come questore, Sergio Bracco si è sempre occupato di criminalità organizzata. Alta sarà la sua attenzione perché gli investimenti di Stato, Regione e Comune siano portati avanti nell’assoluta trasparenza, e lo stesso avvenga per l’assegnazione degli incarichi. Poche settimane fa è stato firmato fra Prefettura di Belluno e il Commissario di governo 2021 Valerio Toniolo un Protocollo di legalità, teso ad evitare qualsiasi infiltrazione della criminalità organizzata, grazie anche alla piattaforma del Commissario di Governo, Open Cortina 2021. Ricorda Sergio Bracco: «Sarà l’Italia a fare bella figura insieme a Cortina. Rinnovo il mio impegno perché tutto vada come deve, garantendo sicurezza, rispetto delle norme anti-Covid e tutto quanto sarà necessario».

 

 

Share
- Advertisment -

Popolari

L’assessore Lanzarin risponde sui 52 milioni destinati alle Ulss venete, esclusa Belluno

Dopo le varie proteste per i mancati stanziamenti della Regione Veneto all'Ulss 1 Dolomiti (nulla dei 52 milioni), nell'ordine, quella del sindaco di Belluno...

Italia Polo Challenge. Questa mattina la sfilata in centro Cortina preceduti dai carabinieri a cavallo

Italia Polo Challenge, evento che conferma il polo ‘on snow’ tra gli appuntamenti sportivi più attesi di Cortina d’Ampezzo, prosegue, seppure a porte chiuse,...

Attraversamenti faunistici. De Bon: «Obiettivo sicurezza, per gli automobilisti e per gli animali»

Provincia di Belluno e Veneto Strade sono al lavoro per prevenire gli incidenti stradali che coinvolgono la fauna selvatica. Negli ultimi vent'anni infatti sono...

Il saluto al nuovo direttore generale dell’Ulss 1 Maria Grazia Carraro

L’Ordine dei Medici e degli Odontoiatri della Provincia di Belluno dà il benvenuto alla dottoressa Maria Grazia Carraro, che per i prossimi 5 anni sarà...
Share