13.9 C
Belluno
sabato, Maggio 15, 2021
Home Lavoro, Economia, Turismo Artigiani preoccupati dallo spettro di un nuovo lockdown. Scarzanella: «Garantiamo la prosecuzione delle...

Artigiani preoccupati dallo spettro di un nuovo lockdown. Scarzanella: «Garantiamo la prosecuzione delle attività alle imprese che rispettano le regole»

Claudia Scarzanella

«Gli artigiani, a questo punto, tremano. Abbiamo paura di un nuovo lockdown e siamo in balia dell’incertezza che ne deriverà. Più di qualcuno potrebbe non riuscire a ripartire».

È un messaggio di profonda preoccupazione quello che esprime la presidente di Confartigianato Belluno, Claudia Scarzanella. I dati del contagio galoppano e il governo pare intenzionato a chiudere tutto di nuovo. «Ma con quali prospettive?» Si chiede la presidente Scarzanella. «Dopo quattro mesi difficili, tra costi per la ripartenza a singhiozzo e paura di nuove chiusure, ora ci aspettavamo il Natale come periodo in grado di far riprendere quota alle attività. Ma se a Natale scatta il nuovo lockdown, rischiamo davvero di arrivare al punto di non ritorno».

Confartigianato Belluno ricorda gli sforzi messi in campo dalle imprese per garantire sicurezza e rispetto totale delle norme anti-contagio. E si dice disponibile a continuare su questa strada, spingendo ulteriormente. «A patto però che ci sia un riscontro da parte del governo» continua la presidente Scarzanella. «I ristori previsti per imprese di ristorazione, tempo libero e cultura, ad esempio, non sono sufficienti per coprire le perdite. E numerose attività, con il sistema dei codici Ateco, rimangono escluse dal decreto ristori – aggiunge il direttore di Confartigianato Belluno, Michele Basso -. Penso alla disparità di trattamento tra la piccola e la grande distribuzione, alle palestre che hanno dovuto chiudere nonostante il rispetto dei protocolli. Penso alle imprese di trasporto persone, che sono ferme da marzo; a tal proposito, abbiamo fissato un nuovo incontro con il presidente della Provincia per spiegare la situazione attuale e confrontarci sul futuro del trasporto privato nel nostro territorio».

«Ancora una volta – conclude la presidente di Confartigianato Belluno – chiediamo che si guardi a un sistema diverso, di premialità. Se lockdown dovrà essere, almeno si tuteli chi ha sempre rispettato le regole, finora».

Share
- Advertisment -

Popolari

Il Tribunale di Belluno respinge il ricorso degli operatori sanitari collocati in ferie forzate perché si erano opposti alla vaccinazione

Con ordinanza n.328 ex art. 669 terdecies CPC del 6 maggio 2021 il Tribunale di Belluno, presidente del Collegio il dottor Umberto Giacomelli, respinge...

Fondo Ambiente Italiano. Gemellaggio tra il Fai Giovani di Belluno e quello di Bolzano per scoprire il rispettivo patrimonio di storia e arte

Non sempre tra Belluno e Bolzano si creano rivalità e competitività: un valido e significativo esempio di collaborazione e dialogo viene dai volontari dei...

Tib Teatro non si è arreso. Investimenti, tenacia e lavoro in tempo di pandemia. E nuovi importanti riconoscimenti

Belluno, 14 maggio 2021 - "Un anno e mezzo di pandemia, teatri chiusi, ferma la tournée dei nostri spettacoli, ferma la stagione Comincio dai...

Quattro eventi a Seravella per la “Rassegna delle rose 2021”. Deola: «Iniziative culturali e valorizzazione del territorio per uscire dalla crisi Covid»

È tutto pronto al Museo etnografico della Provincia per la "Rassegna delle rose 2021". Quattro eventi, fino all'inizio di giugno, che ruoteranno attorno allo...
Share