13.9 C
Belluno
venerdì, Settembre 18, 2020
Home Prima Pagina Interventi alle scuole di Borgo Valbelluna per la riapertura dell'anno scolastico

Interventi alle scuole di Borgo Valbelluna per la riapertura dell’anno scolastico

In vista dell’apertura delle scuole di Borgo Valbelluna, durante l’estate l’Amministrazione Comunale ha investito 420.000 euro con una serie di interventi necessari per adeguare gli spazi e consentire la riapertura delle strutture scolastiche malgrado l’emergenza sanitaria ancora in atto.

Le scuola Primaria e Secondaria di I° grado di Lentiai, grazie alla disponibilità dell’Auser e del Judo club che hanno accettato il trasloco in altra sede, trovano nuovi spazi all’interno del Centro Polifunzionale, che è stato allestito per contenere 3 aule scolastiche delle medie e un’altra aula per attività in piccoli gruppi o per attività di compresenza.

La scuola “Cesare Vecellio”, che storicamente ha ospitato primaria e secondaria di primo grado, è stata interessata dai seguenti lavori: ampliamento dello spazio mensa con demolizioni di tramezze interne, insonorizzazione e imbiancatura; ampliamento del cortile pavimentato per consentire nuovi spazi per la ricreazione e la realizzazione di un secondo ingresso per altre due aule delle scuole medie. Questo ampliamento degli spazi scolastici permette di avere aule aggiuntive da utilizzare per favorire le attività in gruppi, mantenendo il distanziamento richiesto.

A seguito della demolizione delle scuole medie di Mel, le classi hanno trovato sede al piano terra dell’edificio scolastico “Dante Alighieri” di Mel; al primo piano invece ci saranno le classi del tempo pieno della primaria e gli uffici della segreteria scolastica. Sempre in questa sede sono stati realizzati un nuovo parcheggio tra la palestra e la strada S. Andrea, è stato effettuato il risanamento di una parte di edificio con ampliamento di cortile pavimentato per garantire nuovi spazi per la ricreazione e la realizzazione di un secondo ingresso per le scuole medie; inoltre sono stati realizzati il rifacimento rampa di accesso per disabili all’ingresso principale, la copertura esterna all’accesso delle scuole medie e l’installazione di un gazebo per aula all’aperto quando le condizioni meteo lo consentano.

Le cinque classi del tempo normale della primaria hanno trovato sede all’interno dell’edificio scolastico “Luigi Cima” di Villa di Villa dopo aver eseguito lavori di rafforzamento e antiscodellamento dei solai, demolizioni di pareti di ripostigli non più necessari, così da ampliare gli spazi del corridoio al primo piano; nel cortile è stata effettuata la sistemazione della recinzione e muretto, con potatura delle piante. Per garantire l’arrivo in sede agli alunni sarà offerto un servizio navetta gratuito da Mel a Villa di Villa.

Per le infanzie di Villa di Villa e Carve sono in programma delle migliorie e sistemazioni dei cortili, con l’installazione di pergotende per consentire il più possibile l’attività didattica all’aperto. A Carve è stata inoltre completata l’uscita d’emergenza al primo piano e ampliato lo spazio mensa.

A seguito degli interventi di miglioramento sismico in corso alla scuola primaria “Giovanni Pascoli” di Trichiana, per un costo complessivo pari a € 1.200.000, sono state dislocate alcune classi (tempo normale) presso la sede distaccata di Cavassico Superiore, mentre il tempo pieno troverà sistemazione all’interno della struttura prefabbricata costruita nel piazzale antistante il complesso scolastico. Questi moduli abitativi temporanei sono stati installati garantendo ampi spazi per le attività didattiche, i servizi igienici interni nonchè la rete internet. Lo spazio mensa sarà disponibile in tempo utile per la prima settimana di ottobre con l’inizio del servizio di refezione scolastica.

Per quel che riguarda la primaria a tempo normale di Cavassico, quattro delle cinque classi non hanno alcun problema di dimensionamento delle aule, mentre la classe quinta ha un numero di ragazzi tale da non rispettare le regole del distanziamento. Per questo motivo è stato ordinato un modulo abitativo temporaneo-classe da installare nel cortile delle scuole di Cavassico. Questo modulo arriverà per la fine del mese di settembre, ma in attesa è prevista l’installazione di una tenda-gazebo per aula all’aperto quando le condizioni meteo lo consentono mentre in condizioni proibitive, gli alunni potranno rimanere in classe con la mascherina. Per la materna e nido integrato è stato realizzata un nuovo ingresso separato per il nido con modifica di tramezzature interne; realizzazione rampe di ingresso per passeggini; ampliamento spazio pavimentato del cortile; copertura uscita esterna delle aule; imbiancatura dell’intera scuola.

Infine per le scuole primarie di Villapiana, Carve e Sant’Antonio Tortal non si evidenziano criticità e ci sono spazi assolutamente adeguati alla capienze della popolazione scolastica.
L’assessore Corso tiene a sottolineare: “Tutti i lavori eseguiti nei plessi hanno avuto la finalità di permettere ai 1200 ragazzi delle nostre scuole di rientrare in aula in piena sicurezza, senza la necessità di mantenere la mascherina, cercando di far riprendere le attività didattiche in un regime di normalità”.

Altri investimenti sono stati previsti per garantire i servizi a tutte le famiglie. Il servizio mensa per le primarie e secondarie sarà attivo dal 5 ottobre, mentre per le infanzie sin dal 14 settembre, si cercherà di mantenere la qualità degli anni precedenti attraverso lo sporzionamento del pasto e il servizio al tavolo agli alunni, grazie ad un incremento degli operatori che provvederanno anche all’igienizzazione degli ambienti mensa. Dialogando con le istituzioni scolastiche l’Amministrazione ha preso in carico il servizio di pre-accoglienza che le scuole non potevano più sostenere, questo sarà garantito dalle 7.30 fino all’inizio delle lezioni ad un costo di 80€ per tutto l’anno scolastico in modo da favorire le famiglie che hanno esigenze lavorative incompatibili con gli orari scolastici. Il servizio di trasporto avrà gli stessi orari dell’anno scorso.

“La collaborazione con dirigenze scolastiche ed insegnanti è stata fondamentale, insieme abbiamo cercato di garantire servizi ordinari in una situazione straordinaria e in continua evoluzione. Lunedì il banco di prova per tutti, con la speranza che gli sforzi di questo periodo siano ripagati da ambienti di apprendimento sereni per i nostri ragazzi” conclude il sindaco Stefano Cesa.

Share
- Advertisment -




Popolari

Green deal Cadore 2030: il nuovo patto per un domani di benessere

“Green deal Cadore 2030” è un progetto ambizioso intrapreso dalla Magnifica Comunità: un Nuovo Patto per il Cadore che ha l'aspirazione di coinvolgere tutti i...

Finanziato anche per l’anno scolastico 2020-21 “Investi scuola”. Padrin: «Uno strumento indispensabile per garantire a tutti il diritto all’istruzione»

Anche per l’anno scolastico 2020/21 è attivo il progetto “Investi scuola”. Grazie al finanziamento del Fondo Comuni di confine e al cofinanziamento di Provincia...

Perde la vita investito da un’auto a Danta

Non ce l'ha fatta Giuseppe Menia Bagattin, 85enne di Danta di Cadore, che nel pomeriggio di ieri è stato investito da un'autovettura condotta da...

Al volante di un’autocisterna con tasso alcolemico di 2,92

E' successo nella tarda serata di ieri sulla strada in località Fiames. I carabinieri della Stazione di Cortina d'Ampezzo hanno deferito in stato di...
Share