13.9 C
Belluno
lunedì, Agosto 15, 2022
Home Lavoro, Economia, Turismo Artigiani e agricoltori chiedono il riconoscimento della Zona Economica Speciale per il...

Artigiani e agricoltori chiedono il riconoscimento della Zona Economica Speciale per il Bellunese

Ora che ci stiamo avviando alla riapertura di tutto il mondo produttivo, bisogna iniziare a fare progetti per il territorio. Artigiani e agricoltori non hanno dubbi: serve la Zes. Adesso l’istituzione della Zona Economica Speciale scala posizioni nell’agenda strategica delle categorie bellunesi. Tanto che la volontà di portare avanti la richiesta di avvio delle pratiche necessarie è diffusa e praticamente unanime. Confartigianato, Appia Cna, Coldiretti, Cia Agricoltori e Confagricoltura hanno inviato una lettera congiunta al presidente della Camera di Commercio proprio per chiedere l’appoggio dell’istituto camerale.

«Da tempo pensiamo che uno strumento di agevolazione fiscale e di semplificazione burocratica sia essenziale per poter continuare a fare impresa. E la Zes può essere un’opportunità” – commentano i presidenti delle categorie firmatarie – Dai tempi della tempesta Vaia, ha iniziato ad essere chiaro che servivano mezzi nuovi per gestire il post-maltempo. Quindi oggi, nel pieno della crisi Covid, la decisione di sostenere un percorso per l’istituzione di una Zes. “Stiamo vivendo una situazione drammatica e senza precedenti, assolutamente straordinaria per l’economia. Serviranno strumenti altrettanto straordinari per superare lo shock economico” ribadiscono i presidenti.

E la Zes potrebbe essere lo strumento straordinario ideale. Infatti, la Zona Economica Speciale è una regione geografica dotata di una legislazione economica differente dalla legislazione nazionale. Viene solitamente creata per attrarre maggiori investimenti stranieri e per dare la possibilità alle imprese di agire con spazi di manovra più ampi. Tra l’altro, il momento storico è favorevole: la Regione ha da poco avviato un tavolo di lavoro per la creazione di una Zls (Zona logistica speciale) per Venezia e il Polesine.

«L’estensione al Bellunese della Zls o Zes di Venezia è possibile sulla scorta del forte legame storico che lega la nostra provincia alla laguna – sottolineano i presidenti -. E poi c’è anche il riconoscimento Unesco sia per Venezia sia per le Dolomiti bellunesi, senza contare il riconoscimento della specificità della provincia di Belluno, previsto dalla legge regionale 25 del 2014 e dallo Statuto regionale».

«La Zes è uno dei modi per attrarre investitori internazionali – concludono i presidenti – per far ripartire l’economia della provincia e contrastare la crisi demografica delle nostre terre. Senza contare che avrebbe un significato determinante per il futuro: il riconoscimento di un ruolo strategico della montagna per la sostenibilità della pianura, come illuminati esperti della materia asseriscono da decenni. Artigiani e agricoltori sono pronti a fare rete per sostenere e portare avanti questa possibilità. Auspichiamo che tutte le categorie economiche bellunesi e gli enti locali sostengano questa proposta come avvenuto a Venezia.».

Share
- Advertisment -

Popolari

Sentenza Tar Comelico. Le Associazioni ambientaliste Italia Nostra, Mountain Wilderness Italia e Lipu valutano l’appello al Consiglio di Stato

Le associazioni ambientaliste Italia Nostra, Mountain Wilderness Italia e Lipu sono stupite e amareggiate dalla sentenza del TAR Veneto n. 1280/2022 che ha annullato...

Soccorso in montagna

Belluno, 14 - 08 - 22 Nel pomeriggio il Soccorso alpino di Cortina è stato allertato per un ragazzo caduto con la bicicletta lungo...

Paracadutismo. Trofeo Città di Belluno, sventola il Tricolore grazie alla Scuola nazionale

Oltre 40 le formazioni in gara per l'evento proposto dall'Associazione paracadutismo Belluno e valido quale terzo appuntamento delle World Cup Series, la Coppa del...

Isacco Costa domina il Giro podistico di Falcade 2022

Quasi 500 i concorrenti in gara all'evento organizzato dallo Sci club Val Biois. Premio speciale dell'amministrazione comunale agli azzurri Lucia Dalmasso ed Elia Barp Falcade...
Share