13.9 C
Belluno
domenica, Febbraio 28, 2021
Home Prima Pagina Un nuovo apparecchio radiologico digitale per la diagnostica convenzionale all’ospedale di Agordo 

Un nuovo apparecchio radiologico digitale per la diagnostica convenzionale all’ospedale di Agordo 

Con deliberazione odierna è stata assegnata la fornitura di un apparecchio radiologico digitale diretto polifunzionale per l’U.O. di Radiologia dell’Ospedale di Agordo, per un importo complessivo di oltre 387.000 euro, iva inclusa.

A fine gennaio l’ULSS 1 ha iniziato l’iter autorizzativo, con la richiesta alla C.R.I.T.E. (Commissione Regionale per l’Investimento in Tecnologia ed Edilizia) di sostituzione di un’apparecchiatura di tipo analogico presente ad Agordo. Nel mese di giugno la Commissione ha autorizzato l’acquisizione dell’apparecchiatura digitale, con risorse proprie dell’azienda.
Nel prezzo è compreso lo smaltimento della precedente apparecchiatura e la garanzia full risk per ogni problema dovesse sorgere, per la durata di 5 anni.

I lavori inizieranno dopo la metà di settembre e si prevede di concludere il collaudo all’inizio di dicembre perché il sistema possa essere operativo in previsione del consueto aumento dell’attività dovuta all’afflusso turistico invernale.
Il nuovo sistema digitale per l’esecuzione di raggi muscolo scheletrici trasmette direttamente le immagini al Sistema aziendale PACS, migliora di molto la qualità dell’immagine per la refertazione da parte del Radiologo e riduce l’esposizione radiologica per il paziente, perché l’esecuzione dell’esame è più veloce e vengono utilizzate dosi più basse.

Con questa acquisizione il Servizio di Radiologia presso l’ospedale di Agordo completa l’ammodernamento e il potenziamento delle grandi attrezzature.
Attualmente ad Agordo si eseguono circa 19.500 prestazioni di radiologia convenzionale annue, di cui 9.900 provenienti dal Pronto Soccorso, 8.500 da esterni e 1.100 da interni.

“Con la nuova apparecchiatura sarà possibile un incremento delle prestazioni, oltre che qualitativo, anche quantitativo perché si prevede un aumento dell’ attività di circa 1500 esami annui e questa è un’ulteriore tappa nel programma di investimenti per l’Ospedale di Agordo” – conclude il Direttore Generale.

Share
- Advertisment -

Popolari

L’assessore Lanzarin risponde sui 52 milioni destinati alle Ulss venete, esclusa Belluno

Dopo le varie proteste per i mancati stanziamenti della Regione Veneto all'Ulss 1 Dolomiti (nulla dei 52 milioni), nell'ordine, quella del sindaco di Belluno...

Italia Polo Challenge. Questa mattina la sfilata in centro Cortina preceduti dai carabinieri a cavallo

Italia Polo Challenge, evento che conferma il polo ‘on snow’ tra gli appuntamenti sportivi più attesi di Cortina d’Ampezzo, prosegue, seppure a porte chiuse,...

Attraversamenti faunistici. De Bon: «Obiettivo sicurezza, per gli automobilisti e per gli animali»

Provincia di Belluno e Veneto Strade sono al lavoro per prevenire gli incidenti stradali che coinvolgono la fauna selvatica. Negli ultimi vent'anni infatti sono...

Il saluto al nuovo direttore generale dell’Ulss 1 Maria Grazia Carraro

L’Ordine dei Medici e degli Odontoiatri della Provincia di Belluno dà il benvenuto alla dottoressa Maria Grazia Carraro, che per i prossimi 5 anni sarà...
Share