13.9 C
Belluno
domenica, Settembre 27, 2020
Home Pausa Caffè Martedì 25 novembre Giornata internazionale contro la violenza sulle donne: il Comune...

Martedì 25 novembre Giornata internazionale contro la violenza sulle donne: il Comune di Belluno parteciperà aderendo all’iniziativa “Posto Occupato”

Il 25 novembre ricorre la “Giornata internazionale contro la violenza sulle donne”, individuata dall’ONU per richiamare l’attenzione e far riflettere su un fenomeno tristemente diffuso e i cui dati dimostrano un preoccupante aumento nel numero di vittime coinvolte.

Martedì prossimo il Comune di Belluno, cogliendo la proposta della Regione del Veneto, manifesterà il suo sostegno alla “Giornata internazionale contro la violenza sulle donne” aderendo alla campagna “Posto occupato”, che propone gesti concreti per ricordare tutte le donne vittime di violenza.

Per far sì che la quotidianità e la dimenticanza non li sommergano, la campagna propone di dare concretezza fisica agli spazi altrimenti occupati dalle vittime: a scuola, sul lavoro, sui mezzi pubblici, nei luoghi ricreativi (teatri, biblioteche etc..). Sono già numerosissimi i Comuni e i privati cittadini che hanno aderito “riservando posti” che rappresentano i diversi momenti della quotidianità.

Il 25 novembre il Comune di Belluno individuerà tre “posti riservati” a Palazzo Rosso, al Museo Civico e a Palazzo Crepadona, dove verranno esposte delle sedie rosse e degli oggetti simbolo, invitando tutti i cittadini a toccarli con mano e riflettere sul loro significato.

Perché il 25 novembre?

L’Assemblea Generale dell’ONU ha ufficializzato una data che fu scelta da un gruppo di donne attiviste, riunitesi nell’Incontro Femminista Latinoamericano e dei Caraibi, tenutosi a Bogotà nel 1981. Questa data fu scelta in ricordo del brutale assassinio nel 1960 delle tre sorelle Mirabal, considerate esempio di donne rivoluzionarie per l’impegno con cui tentarono di contrastare il regime di Rafael Leónidas Trujillo (1930-1961), il dittatore che tenne la Repubblica Dominicana nell’arretratezza e nel caos per oltre 30 anni.

Qualche dato.

La violenza sulle donne assume forme diverse: violenza fisica come lo stupro e le percosse; violenza psicologica come le minacce e le umiliazioni; domestica, ripetuta, quotidiana, perpetrata da sconosciuti o compagni e conoscenti. I dati resi disponibili dall’ONU confermano che circa il 35% della popolazione femminile mondiale, 1 donna su 3, è stato picchiato, forzato ad avere rapporti sessuali, o ha comunque subito abusi almeno una volta nella sua vita. In Europa più di una donna su 10 avrebbe subito queste violenze prima dei 15 anni.

Un’indagine dell’Agenzia Europea per i Diritti Fondamentali conferma questi dati per il 2014: circa 13 milioni di donne nell’UE hanno dichiarato di aver subito violenza fisica nei 12 mesi precedenti le interviste dell’indagine, dato che corrisponde al 7 % di tutte le donne di età compresa fra i 18 e i 74 anni nell’Unione. Tra queste, sono 3,7 milioni le donne vittime di violenze sessuali.

Anche la violenza psicologica da parte dei partner è ampiamente diffusa: due donne su cinque (43%) hanno subito una forma di violenza psicologica da parte di un partner attuale o precedente. Di queste il 25% delle donne che sono state sminuite o umiliate in privato da un partner, il 14 % delle donne il cui partner ha minacciato di ferirle fisicamente e il 5% delle donne alle quali il partner ha vietato di uscire di casa, tolto le chiavi dell’auto o le ha rinchiuse.

Per informazioni sulla campagna “Posto Occupato” si consulti il sito postoccupato.org.

Per i dati elaborati dall’Agenzia Europea per i Diritti Fondamentali (FRA) si consulti il sito fra.europa.eu/en.

Per consultare i dati ONU sulla violenza contro le donne www.unesco.org.

Share
- Advertisment -



Popolari

Crescono gli iscritti al 5° Dolomiti Rally

A cinque giorni dalla chiusura delle iscrizioni, fissata alla mezzanotte di mercoledì 30 settembre prossimo, è già salito a 56 il numero degli equipaggi...

Ski College Veneto di Falcade. Presentata oggi la stagione 2020-2021 con oltre 60 atleti sciatori di snowboard, sci alpino e fondo

Falcade (Belluno), 26 settembre 2020 – «Vogliamo continuare ad alzare l'asticella e far sì che i nostri ragazzi possano raggiungere obbiettivi sempre più ambiziosi...

Nevegal, 8 anni di chiacchiere * di Fabio Bristot “Rufus”

Lette le dichiarazioni di Massaro, tra le quali spiccano per poca onestà intellettuale quelle secondo le quali non sarebbe "competenza del Comune di Belluno...

Nevegal. Stagione invernale fortemente compromessa. La delusione degli operatori del Colle

Solo uno scatto d'orgoglio o un colpo di scena può oramai salvare la stagione invernale del Nevegal. E' quanto si percepisce dalle osservazioni degli...
Share