13.9 C
Belluno
sabato, Febbraio 24, 2024
HomeCronaca/PoliticaAlpini in affitto. Piccoli interroga i ministri della Difesa e dell'Interno: "Un...

Alpini in affitto. Piccoli interroga i ministri della Difesa e dell’Interno: “Un affronto per chi lavora per la comunità”

Giovanni Piccoli, senatore Pdl
Giovanni Piccoli, senatore Pdl

“Far pagare agli alpini di Belluno 4500 euro all’anno di affitto per la caserma Tasso è un affronto. I Ministri della Difesa, degli Interni e delle Infrastrutture devono prendere subito posizione e superare questo paradosso”.

A dirlo è il senatore di Forza Italia Giovanni Piccoli che dopo aver partecipato all’inaugurazione della nuova caserma Tasso sabato a Belluno ha presentato oggi un’interrogazione urgente ai Ministeri di Difesa, Infrastrutture e Interno raccogliendo il grido d’allarme degli stessi alpini che per usufruire degli spazi demaniali dovranno sborsare 4500 euro all’anno. “E questo nonostante gli immobili siano stati ristrutturati in economia dagli stessi alpini e pagati senza alcun contributo da parte dello Stato”, rimarca Piccoli, che nel documento presentato al Senato ripercorre la storia della caserma e il suo legame profondo con la città del Piave.

“Quella di sabato è stata una giornata importante per le penne nere bellunesi e per l’intera comunità che si è riappropriata di uno dei suoi spazi più simbolici e caratteristici. Gli alpini bellunesi hanno recuperato una struttura  quasi fatiscente, aprendola alla città e trasformandola in un centro per le emergenze”.

“In un momento di difficoltà per le casse pubbliche sono stati recuperati 260 mq di spazi in pieno centro”, rimarca Piccoli nella sua interrogazione, “destinati ad una sala polifunzionale con quasi 100 posti dotata di sistemi audio e video all’avanguardia, una cucina, servizi igienici, un ampio magazzino per attrezzature mobili da utilizzarsi anche in caso di emergenza. Lo Stato in definitiva”, sottolinea il senatore di Forza Italia, “ha fatto un affare”.

“Eppure il Demanio Civile ha preteso la stipula di un contratto di comodato di 19 anni con pagamento di un canone annuo di affitto di 4500 euro: periodo di concessione troppo breve e cifra sicuramente non simbolica che fanno torto alla Sezione ANA di Belluno e ai numerosi volontari che si sono adoperati alla riqualificazione del bene”, continua Piccoli, che nell’interrogazione rimarca come

“sostenere una spesa di 4500 euro l’anno, implichi anche sottrarre risorse che potrebbero essere destinate ad attività in favore della collettività con finalità sociali e di prevenzione, come ad esempio corsi di aggiornamento e formazione di Protezione civile”.

Insomma, per Piccoli quella del Demanio civile è una richiesta “paradossale ed inaccettabile” anche alla luce della funzione di protezione civile della struttura. Da qui l’appello a superare quello che lo stesso Piccoli definisce “un affronto”.

 

- Advertisment -

Popolari