13.9 C
Belluno
giovedì, Febbraio 22, 2024
HomePrima PaginaRoberto Bortoluzzi si ricandida alla presidenza del Comitato veneto Fisi 2014-2018

Roberto Bortoluzzi si ricandida alla presidenza del Comitato veneto Fisi 2014-2018

Roberto Bortoluzzi
Roberto Bortoluzzi

«Scendo di nuovo in campo motivato, confermandomi al fianco di tutti coloro che hanno a cuore la Fisi». Lo afferma Roberto Bortoluzzi, candidato a presidente del Comitato Veneto Fisi (Federazione italiana sport invernali) per il quadriennio 2014-2018, in vista dell’assemblea elettiva dello sci regionale che avrà luogo sabato 28 giugno a Castion, Belluno.

«Innanzitutto, arrivato alla fine di una altro mandato, il quinto, che mi ha visto alla guida degli sport invernali del Veneto, ritengo importante rivolgermi a ciascuno dei presidente degli sci club regionali, ringraziandoli per l’impegno dimostrato e per la collaborazione messi in campo  in questi anni decisamente impegnativi e densi di difficoltà, spesso generate da una serie di circostanze che hanno pesantemente interessato la vita federale, in particolare quella in ambito nazionale dove si è scontata anche una difficile fase commissariale.

Gli anni più critici paiono allontanarsi per fare posto ad una nuova primavera della nostra Federazione, coesa in sinergie e obiettivi condivisi tra centro e periferia, nel segno della continuità come testimonia la rielezione dell’amico Flavio Roda alla guida della Fisi per il prossimo quadriennio.

Sono stati anni difficili, spesso al limite della sopportazione, anche perché le ristrettezze economiche ci hanno costretto a contenere al massimo ogni tipo di spesa ed investimento, anche se ora l’orizzonte appare più certo e garantito. E ciò non ha affatto inciso sul rendimento complessivo – sia sportivo che organizzativo – del movimento degli sport invernali del Veneto che, a vari livelli e nelle singole discipline, ha dimostrato di essere realtà viva e più che mai competitiva.

E questo è un merito che va diviso tra tutti e tra le componenti della nostra organizzazione, in particolare tra coloro che hanno avuto la lealtà e l’onestà di portare, sempre e comunque, il proprio contributo di idee, progetti e azioni.

Perciò sono fortemente convinto che serva decisamente proseguire in una forte azione di continuità, anche a livello regionale, nella gestione della Federazione, con un impegno che ora è necessario più che mai rafforzare per non lasciare a metà strada lo sforzo intrapreso; così ho deciso di dare ancora la mia personale disponibilità a proseguire nel lavoro intrapreso per un altro mandato, ricandidandomi alla presidenza del Comitato Veneto.

Non è più tempo per inseguire sogni difficili da realizzare, ma serve saper proporre azioni innovative, nel segno della tradizione, come:

  • il saper garantire “lo sci per tutti” e in tutte le discipline della Federazione;
  • garantire la continuità della gestione ed organizzazione puntuale del Comitato, assicurando le necessarie risorse economiche allo sviluppo delle varie attività;
  • assicurare un collegamento più efficace tra gli Sci Club e la rete organizzativa federale;
  • sostenere lo sviluppo dei progetti avviati dal Coni e che già vedono la Fisi protagonista, soprattutto sul fronte scolastico;
  • instaurare un nuovo e più sinergico rapporto con i Gruppi Sportivi militari, in particolare con il Corpo Forestale dello Stato, per assicurare ai nostri atleti di vertice percorsi e sinergie comuni, tesi a sviluppare fattori di eccellenza agonistica;
  • collegarsi meglio e maggiormente alla realtà di quegli organismi professionistici come del volontariato organizzato, per garantire a tutti la pratica e diffusione dello “sci in sicurezza”.

Tutto ciò mettendo in campo la necessaria disponibilità di tempo e di risorse che, sia il presidente che ciascun consigliere devono saper assicurare per seguire lo sviluppo dell’attività e dei progetti varati. Ho piena fiducia nel lavoro avviato dalla “nuova” Federazione e sono convinto che ai nostri giovani atleti come alle migliaia di appassionati della nostra Regione, sapremo dare risposte certe e prospettive strutturalmente serie per il futuro».

 

- Advertisment -

Popolari