13.9 C
Belluno
venerdì, Gennaio 22, 2021
Home Arte, Cultura, Spettacoli Appuntamenti “Nati per leggere”: dal 24 novembre alla Biblioteca di Trichiana via ai...

“Nati per leggere”: dal 24 novembre alla Biblioteca di Trichiana via ai mercoledì di lettura con bambini da 0 a 6 anni

Anche la Biblioteca di Trichiana ha aderito a “Nati per Leggere”, il progetto nazionale che nasce dall’alleanza fra pediatri e bibliotecari per la promozione della lettura ad alta voce con i bambini da 0 ai 6 anni.

A partire da mercoledì 28 novembre, e per ogni mercoledì, fino ad aprile 2013, dalle 17.00 alle 17.45, nella Biblioteca civica di Trichiana, si svolgerà “Mercoledì: libri!”, con la proposta di libri, fiabe, letture e animazioni per i bambini dai 3 ai 6 anni.

Ogni bambino ha diritto a essere protetto non solo dalla malattia e dalla violenza ma anche dalla mancanza di adeguate occasioni di sviluppo affettivo e cognitivo. Questo è il cuore di “Nati per Leggere”. Recenti ricerche scientifiche dimostrano come il leggere ad alta voce, con una certa continuità, ai bambini in età prescolare abbia una positiva influenza sia dal punto di vista relazionale (è una opportunità di relazione tra bambino e genitori), che cognitivo (si sviluppano meglio e più precocemente la comprensione del linguaggio e la capacità di lettura). Inoltre, si consolida nel bambino l’abitudine a leggere che si protrae nelle età successive grazie all’approccio precoce legato alla relazione.

“Il progetto “Nati per leggere” – commenta l’assessore alla Cultura del Comune di Trichiana, Gianpaolo Tomio – ci sta molto a cuore, proprio per la valenza educativa che porta con sè. Stiamo lavorando da tempo, attraverso le iniziative culturali e della Biblioteca civica, per far sì che il libro diventi un oggetto familiare a un numero sempre maggiore di persone: in particolare, promuovere la lettura di libri da parte degli adulti a bambini piccoli è un gesto d’amore di grande importanza nei confronti dei piccoli. La lettura ad alta voce non solo piace e diverte i bambini, ma stimola la fantasia e la curiosità, arricchisce il linguaggio, aiuta i piccoli ad affrontare le paure.

Vedo con soddisfazione, quindi, l’avvio dei mercoledì di lettura, incontri gratuiti e aperti ai bambini da 0 a 6 anni, che potranno partecipare liberamente, accompagnati dai genitori, e ascoltare un bravo adulto che leggerà per loro storie meravigliose”.

Ogni mercoledì ci sarà un tema diverso: Che paura!, Storie di animali, Storie da mangiare, Principesse, cavalieri e draghi…, mentre un mercoledì al mese sarà dedicato alla realizzazione di laboratori creativi per creare, con i colori, con la carta, ma anche con la frutta e la verdura, i personaggi, le storie, le immagini e le forme di uno dei molti libri che i bambini avranno avuto occasione di conoscere.

Per partecipare ai laboratori, anch’essi gratuiti, è necessaria l’iscrizione in Biblioteca. Il primo laboratorio si terrà il 19 dicembre, dalle 17 alle 18.30, in collaborazione con l’Associazione La Formica Blu: dalla lettura di “Un perfetto piccolo mostro” alla realizzazione di un simpatico mostriciattolo.

Il programma di Nati per Leggere proseguirà, poi, in primavera con “Raccontar storie…”, un corso di lettura animata di fiabe e racconti, rivolto agli adulti, con la finalità di insegnare ai genitori, ai nonni e agli insegnanti i “trucchi” per animare la lettura.

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Rete elettrica. Incontro Provincia-Terna-ministro D’Incà. Padrin: «Chiediamo a Terna di conoscere i piani relativi all’intero Bellunese»

La Provincia di Belluno ha incontrato oggi i vertici di Terna, per continuare a ragionare dei miglioramenti infrastrutturali che riguardano le reti elettriche del...

Grandi opere. Padrin: «Belluno assente ma lavoriamo affinché le Olimpiadi risolvano i nostri gap». Bond: «Ennesima dimenticanza del Bellunese»

«Non posso dire di non essere sorpreso. Ma sicuramente le strategie relative alle Olimpiadi, pur non rientrando espressamente nella lista grandi opere per il...

Belluno, record di cassa integrazione. Paglini (Cisl): “A un passo dal baratro, serve un piano territoriale per l’occupazione e il rilancio”

"Eravamo preoccupati prima di leggere i dati, ma i numeri sono numeri e non lasciano spazio a interpretazioni: Belluno è la provincia veneta che...

Recovery Fund e Piano di Ripresa. 210 miliardi della UE da spendere e rendicontare entro il 2026. L’Italia sarà in grado? Probabilmente no

Il 2020 anno nefasto causa pandemia. Risalire si può, con le risorse UE (Recovery Fund e Piano di Ripresa e Resilienza Next Generation EU),...
Share