13.9 C
Belluno
domenica, Ottobre 25, 2020
Home Cronaca/Politica “CircOLIamo”, il tir per la sensibilizzazione del corretto smaltimento degli oli, ...

“CircOLIamo”, il tir per la sensibilizzazione del corretto smaltimento degli oli, ha fatto tappa a Belluno

Questa mattina, in piazza dei Martiri, ha fatto tappa “CircOLIamo 2011-2012”, la campagna educativa itinerante che punta a sensibilizzare l’opinione pubblica sul corretto smaltimento dei lubrificanti esausti, organizzata dal Consorzio Obbligatorio degli Oli Usati con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e del Segretariato Sociale Rai.

Oltre 563 tonnellate di oli lubrificanti usati raccolte nella Provincia di Belluno nel 2011, su un totale di 23.636 tonnellate recuperate nella Regione Veneto: sono i dati resi noti dal Consorzio Obbligatorio degli Oli Usati nella conferenza stampa. Prima, alcune scolaresche hanno partecipato ad attività didattiche a loro dedicate.

L’assessore all’Ambiente Luca Salti ha presentato i dati relativi ai conferimenti all’ecocentro da parte delle utenze domestiche: “Lo scorso anno sono stati raccolti 2940 kg olii minerali e 6340 kg di olii vegetali. La proiezione per il 2012 vede i numeri in crescita: ci si aspetta infatti di arrivare a 3200 kg di minerali e 7000 kg di vegetali. Da qualche mese i cittadini del Comune di Belluno possono consegnare l’olio usato anche presso il CAM, il Centro Ambiente Mobile che affianca l’attività dell’ecocentro. L’educazione ambientale riveste un ruolo di prima importanza – aggiunge l’assessore – e in questo campo il Consorzio Obbligatorio si contraddistingue in particolar modo, vista anche la fondamentale opera di sensibilizzazione che svolge per le scuole”.

L’attività del Consorzio Obbligatorio degli Oli Usati

In tutta Italia, delle 431.000 tonnellate di olio lubrificante che sono state immesse al consumo nel 2011, il Consorzio ha raccolto 189.267 tonnellate di oli usati, oltre il 95% del potenziale raccoglibile. L’obiettivo è di arrivare a raccoglierne il 100%: un risultato che si può raggiungere solo grazie alla collaborazione di tutti, dalle amministrazioni alle imprese, passando per i singoli cittadini. Per questo motivo il Consorzio ha ideato la campagna informativa itinerante “CircOLIamo”, che nel 2012 raggiungerà 59 province italiane. Si tratta di un format ormai consolidato che permette al COOU di dialogare con i cittadini, i rappresentanti delle amministrazioni territoriali e le associazioni territoriali e di categoria per arrivare a dei punti condivisi sui principi che ormai fanno parte stabile delle nostre iniziative.

L’olio lubrificante usato: cos’è e come si raccoglie

L’olio lubrificante usato è ciò che si recupera alla fine del ciclo di vita dei lubrificanti nei macchinari di fabbriche e industrie, ma anche nelle automobili, nelle barche e nei mezzi agricoli. Definito dalla legge “rifiuto pericoloso”, deve essere smaltito correttamente. In 28 anni di attività il COOU ha raccolto 4,72 milioni di tonnellate di olio usato, evitandone così la dispersione. Se utilizzato in modo improprio l’olio usato può essere estremamente dannoso per l’ambiente e per la salute umana: basti pensare circa 4 kg d’olio – il cambio di un’auto – se versati in acqua sono in grado di coprire una superficie grande quanto un campo di calcio.

Chiunque, telefonando al numero verde del Consorzio, 800 863 048 o collegandosi al sito www.coou.it, può avere informazioni e il recapito del raccoglitore più vicino. Il Consorzio coordina l’attività di 72 aziende private di raccolta, diffuse su tutto il territorio nazionale, e di 6 impianti di rigenerazione. L’olio usato, infatti, può costituire un’importante risorsa economica per il nostro Paese, perché può essere rigenerato e tornare a nuova vita con le stesse caratteristiche del lubrificante da cui deriva; negli ultimi anni il riutilizzo dell’olio lubrificante ha consentito un risparmio complessivo di quasi 2,9 miliardi di euro sulle importazioni di petrolio del nostro Paese.

Share
- Advertisment -


Popolari

Nasce a Ponte nelle Alpi il nuovo ambulatorio di Medicina generale che riunirà 5 medici

Un'unica sede per riunire tutti i medici di Ponte nelle Alpi: sta per nascere il nuovo ambulatorio di Medicina generale, finalizzato a offrire alla...

Rispettiamo le regole. L’appello del presidente della Provincia Roberto Padrin

In questo momento dobbiamo essere tutti responsabili. I numeri dei contagi e l'aumento dei ricoveri ospedalieri ci obbligano a comportamenti rispettosi delle regole. Dobbiamo...

Findomestic addebita a un omonimo la rata del finanziamento. Brumurelli (Associazione Io mi tutelo): “In 15 giorni abbiamo chiarito il caso con la banca...

Vedersi addebitare ogni mese delle rate di una cinquantina di euro senza sapere il perché non dev’essere piacevole. E’ successo in un Comune della Valbelluna...

Agricoltura di montagna. Dorfmann: aumenta il livello di protezione, maggiori aiuti alle aziende costituite da giovani

Si è chiusa con il voto di approvazione di ieri sera la quattro giorni che al Parlamento Europeo ha visto in discussione uno dei...
Share