13.9 C
Belluno
lunedì, Aprile 22, 2024
HomeCronaca/PoliticaPrima domenica tranquilla per il Soccorso alpino

Prima domenica tranquilla per il Soccorso alpino

MOLTI INTERVENTI SULLE MONTAGNE BELLUNESI SABATO

Belluno, 19-08-12 Una squadra del Soccorso alpino di Agordo, con il medico di Stazione, è andata in aiuto di una cercatrice di funghi di Mantova, scivolata in un bosco in località Vallasin, tra Gosaldo e Rivamonte. N.L., 50 anni, è stata raggiunta dai soccorritori e trasportata all’ospedale di Agordo con un trauma alla caviglia. L’elicottero del Suem di Pieve di Cadore è intervenuto sulla Gusela di Passo Giau, poichè una rocciatrice finlandese, J.M., 37 anni, volata da prima sul terzo tiro di una via, si era rotta una gamba sbattendo sulla roccia. La donna è stata recuperata con un verricello di 10 metri e portata al Codivilla. Successivamente l’eliambulanza è stata dirotta in Val d’Oten, comune di Calalzo di Cadore, alla Capanna degli alpini. Lì un bimbo di 11 anni di Carpi era stato morso da un cane. Il bambino è stato quindi accompagnato all’ospedale di Pieve di Cadore con una lieve ferita al braccio. Subito dopo l’elicottero è volato sulle Cime d’Auta, a Falcade, sul sentiero 689 che da Col Becchei porta a Capanna Cacciatori, allertato da una comitiva, una cui componente, S.M., 54 anni, di Trieste, si era fatta male a una caviglia. L’infortunata, imbarcata con un verricello di 10 metri, è stata trasportata a Pieve di Cadore.

DUE ALLARMI DISPERSI RIENTRATI

Belluno (BL), 19-08-12 Sono fortunatamente rientrate presto due ricerche avviate attorno alle 20 dal Soccorso alpino. A mobilitare le Stazioni di Agordo e Val Biois la preoccupazione degli amici di un’escurionista che si era distaccata dai compagni di gita, che da Cima Comelle dovevano scendere in valle di San Lucano. Poco dopo le 20 non vedendola arrivare, infatti, e non essendoci copertura telefonica nella vallata, hanno chiesto aiuto e sono state allertate le Stazioni di Agordo e anche quella della Val Biois, perchè la donna poteva essere scesa per la Val di Gares. Fortunatamente poco dopo l’escursionista, che si era attardata, è arrivata e l’allarme è cessato. Anche a Sappada i soccorritori sono usciti per il mancato rientro di un ventisettenne di Sappada, partito nel pomeriggio per una passeggiata in montagna e non tornato a casa pur avendo un appuntamento. Le squadre stavano iniziando a perlustrare le zone da lui abitualmente frequentate, quando il ragazzo è ritornato.

- Advertisment -

Popolari