13.9 C
Belluno
martedì, Ottobre 27, 2020
Home Arte, Cultura, Spettacoli Appuntamenti Pascolo Vagante: Il viaggio artistico di Giorgio Vazza sulle tracce della transumanza

Pascolo Vagante: Il viaggio artistico di Giorgio Vazza sulle tracce della transumanza

Il video Pascolo Vagante dedicato alla transumanza vista con gli occhi del noto pittore naturalizzato alpagoto Giorgio Vazza verrà proiettato dal 13 al 15 luglio nell’ambito della XIX Edizione della Stazione di Topolò – Postaja Topolove, che da quasi vent’anni anni si svolge a Topolò, un piccolo paese in provincia di Udine, a pochi chilometri dal confine con la Slovenia. Pascolo Vagante non è semplicemente il titolo di un video, ma un viaggio artistico, reale e metaforico allo stesso tempo. Ideato da Sonia Vazza e da lei realizzato insieme a Valentina Ciliberto, il video nasce dall’incontro di Giorgio Vazza, artista di fama internazionale, con Davide e Daniela, due giovani pastori, insieme ai quali l’artista ha ripercorso gli antichi sentieri della trasumanza in montagna condividendo con loro gli spostamenti, il susseguirsi delle stagioni, il rapporto con l’animale. Vivere in prima persona questa esperienza ha generato nell’artista nuove emozioni e riempito di schizzi i taccuini di viaggio che portava sempre con sé. Questi disegni, espressioni di raffinata sintesi poetica, rielaborati poi in studio, hanno dato vita alle opere pittoriche, il suo Pascolo Vagante, un viaggio della memoria in un continuo susseguirsi di stagioni, luoghi e persone. Pascolo Vagante infatti non è solo un viaggio di uomini, è anche espressione della necessità di un ritorno al rapporto con la terra e con l’animale, nella consapevolezza che l’arte non può essere legata solo a interessi finanziari ed economici, ma deve essere capace di creare o ricreare relazioni tra uomo e uomo, tra uomo e animale, tra uomo e terra, tra uomo e territorio. Il video è stato selezionato dalla direzione artistica della Stazione di Topolò per ricordare l’epica vicenda della Cooperativa di Topolò, che caratterizzò la vita della comunità tra il 1975 e il 1989: furono ben 300 le pecore che popolarono il paese, come un segno di vita e di resistenza alla normalità, in un’epoca ancora segnata dalla pesantezza del confine. Un luogo dove, fino a pochi anni fa, non ci si incontrava, non si transitava, addirittura era vietato fare fotografie, grazie alla Stazione è diventato luogo di incontri, di relazioni artistiche e umane.

Video PASCOLO VAGANTE – Giorgio Vazza
da un’idea di Sonia Vazza
realizzata da Valentina Ciliberto e Sonia Vazza
musica originale Marcello Batelli
voce Alessandro Rossi
digitalizzazione disegni Giovanni Menegazzo

Per info sul programma di Stazione Topolò – Postaja Topolove  www.stazioneditopolo.it

Share
- Advertisment -


Popolari

Il supermercato A&O del centro città riapre. La proprietà Cestaro/Unicomm conferma la decisione al consigliere Addamiano

Belluno, 27 ottobre 2020  -  C'è una buona notizia per i residenti del centro città, il supermercato A&O di Belluno, quello vicino al Teatro...

Scuole superiori, didattica digitale per il 75% degli studenti. Ordinanza regionale in vigore dal 28 ottobre

Il presidente della Regione del Veneto Luca Zaia ha firmato la seguente ordinanza in ossequio al Dpcm del 25 ottobre che non lascia margini...

Forte pioggia e neve a quota 1700 in arrivo tra stasera e domattina

Venezia, 26 ottobre 2020 - Il Meteo regionale del Veneto riferisce che tra il tardo pomeriggio di oggi ed il primo mattino di domani, martedì...

Nuovo Dpcm e scuola. Riunione in Prefettura del Comitato per l’ordine e la sicurezza. Quarantena e contagio, i dati provinciali

Si è tenuta stamane, in videoconferenza, una riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, presieduto dal prefetto, Adriana Cogode, alla quale...
Share