13.9 C
Belluno
martedì, Ottobre 27, 2020
Home Arte, Cultura, Spettacoli Cosa aspetta la Fondazione teatri delle Dolomiti a dare una risposta alle...

Cosa aspetta la Fondazione teatri delle Dolomiti a dare una risposta alle richieste di Tib?

“Ad oggi, dopo le plurime richieste di incontro e i progetti inviati il 9 marzo, il 16 marzo, l’11 aprile, il 17 aprile e 11 maggio, la Fondazione Teatri non dà alcuna risposta al Tib”.

Lo afferma in una nota la cooperativa Tib teatro, che sottolinea come il silenzio di Cesare Zaccone, presidente della Fondazione teatri, metta in forse tutte le future attività del Tib al Teatro Comunale. Progetti quali Comincio dai 3 – Stagione che coinvolge le scuole e le famiglie per un totale di circa 10.000 presenze a Teatro – la Stagione di Prosa e Danza, il Festival del Teatro Contemporaneo Sguardi, previsto per settembre, un’importante vetrina degli spettacoli teatrali prodotti in Veneto, le cui prime due edizioni si sono tenute a Padova e a Venezia, e che quest’anno il Tib è riuscito a portare a Belluno, il che significa la permanenza nelle strutture ricettive della città di ben 130 operatori da ogni parte d’Italia per l’intera durata della manifestazione.

“A fronte di un complessivo progetto culturale per la città, di questa ampiezza – afferma la nota di Tib – , Zaccone, sceglie il silenzio, al Tib non viene fissato nemmeno un appuntamento per discutere nel merito dei progetti stessi. Si parla di pluralismo, di cartellone unico, si fanno accordi, si emanano regolamenti, si comunicano decisioni alla stampa, ma da tutto questo, Tib è semplicemente escluso, dimenticato. Riteniamo davvero oltrepassato ogni limite. – prosegue la nota di Tib – Lo sa bene Zaccone, o chi per lui, che le Stagioni si compongono ora, anzi solitamente a maggio sono già chiuse, quindi è facile desumere che la volontà sia quella di escludere l’accesso a Teatro all’unico soggetto teatrale professionale di Belluno e cioè al Tib, impedendogli di fare il suo lavoro, nel suo luogo di lavoro: il Teatro. Se così fosse, già questo sarebbe un danno notevole per la cooperativa e per la proposta culturale cittadina”.

Ma c’è di più.

“Al silenzio che Zaccone oppone alle richieste di incontro del Tib, così come a quelle, dello stesso Tib, di poter realizzare progetti culturali per la città, al Teatro Comunale – riferisce la nota –  si contrappone invece l’esplicita determinazione a non pagare i debiti che la Fondazione ha nei confronti della cooperativa. Che avanza un credito di 133.000 euro per prestazioni lavorative erogate e mai pagate (corrispettivi) e per un contributo per l’attività realizzata in provincia nel 2010-2011, rispetto al quale Zaccone ha formalizzato al legale della cooperativa la volontà di non pagare, contributo che, contestualmente all’approvazione del Bilancio, prevista per il Consiglio di Gestione di domani 8 giugno, intende cancellare. Eppure contributi sono stati già pagati, per la stessa annualità 2010-2011 e sulla stessa delibera, al Circolo Cultura e Stampa per 30.000 euro, fin dallo scorso inverno, mentre Tib avanzava ancora corrispettivi.

A fronte di comportamenti che ci appaiono discriminatori – conclude la nota di Tib teatro –  a lei Presidente Zaccone, che ha dichiarato di non intendersene, per giustificare a poche settimane dalle elezioni l’assunzione di un consulente (seppur in assenza del bilancio annuale)a lei chiediamo ancora una volta una risposta!”

 

Share
- Advertisment -


Popolari

Tre furti in appartamento. Due a Borgo Valbelluna e uno a Pedavena

Sono tre i furti in appartamento denunciati tra ieri e oggi: due sono avvenuti nel Comune di Borgo Valbelluna nel quartiere Salvo d'Acquisto dove...

Concorso per geometra e per vigile al Comune di Pedavena

È indetto un concorso pubblico per l'assunzione a tempo indeterminato e pieno di un istruttore tecnico categoria C1 presso l’Area Tecnica del Comune di...

In corso di attivazione l’ospedale di Comunità di Agordo

Al via l’attivazione di un “Ospedale di Comunità” all’interno del presidio di Agordo. L’Ulss Dolomiti sta predisponendo in questi giorni il nuovo piano di emergenza...

Annullata l’ex tempore di scultura su legno

Annullata l'Ex Tempore di scultura su legno. Il Consorzio Belluno Centro Storico, preso atto dei cambiamenti dell'ultima settimana relativi all'emergenza sanitaria, fa sapere di...
Share