13.9 C
Belluno
martedì, Marzo 9, 2021
Home Cronaca/Politica Amministrative Feltre: "Fabrica 2010" non si presenta, salta la candidatura di Dino...

Amministrative Feltre: “Fabrica 2010” non si presenta, salta la candidatura di Dino Cossalter

“Per lungo tempo ci siamo chiesti quale potesse essere il nostro reale contributo per essere parte integrante di un percorso proteso ad un miglioramento civico e territoriale della nostra Città”.  Lo dichiara in una nota il portavoce Primo Torresin, che al momemto esclude la partecipazione con una lista alle elezioni amministrative del Comune di Feltre. “Abbiamo anche pubblicato nel nostro sito alcune riflessioni, linee base per un nostro programma, frutto di un lavoro di gruppo dei nostri soci. Per lungo tempo abbiamo anche caldeggiato l’idea di una nostra presenza alle prossime elezioni amministrative. Per tanto tempo – prosegue la nota –  ci siamo preoccupati di far comprendere il nostro approccio ad alcune problematiche e la nostra visione di alcune soluzioni, essendo per noi prioritaria una nuova fase di crescita piuttosto che la ricerca di consensi e di aggregazioni per partecipare alla tornata amministrativa. Alla fine, con grande responsabilità abbiamo fatto una scelta netta, quella di non partecipare con una nostra lista civica al voto del prossimo 6 maggio, ritenendo che – di fatto – ad oggi non sussistono le condizioni politiche per superare uno stato d’empasse in cui il nostro territorio si trova. A prescindere dal rinnovo dell’Amministrazione, noi riteniamo necessario aprire una fase di confronto non basata esclusivamente sulle appartenenze e sugli schieramenti storici, ma supportata da idee che siano veramente in grado di aprire una fase di rilancio del territorio. E da queste idee dovrebbero nascere gli schieramenti capaci di coinvolgere tutti i soggetti e iniziare un percorso di rinnovamento amministrativo. Oggi siamo di fronte ad un ritorno al passato : la presentazione delle liste attuali ci riporta indietro di 10 anni esatti…. centrosinistra unito, centrodestra diviso, vince il centrosinistra con una persona nuova… come è finita lo sappiamo : 2 elettori su 3 hanno bocciato quella Amministrazione… nel frattempo altri cinque anni di amministrazione di centrodestra che ha governato a colpi di maggioranza, e anche qui sappiamo come è finita. Proprio per voler essere innovativi è nata FABRICA2010, come Associazione, come Gruppo di persone che, anche con visioni politiche diverse, potesse elaborare un progetto di NUOVA AMMINISTRAZIONE, DI NUOVE ALLEANZE, DI AVVICINAMENTI ANCHE TRASVERSALI in grado di costruire per davvero un modo nuovo e diverso nell’Amministrare la Città. Noi pensiamo che il Sindaco debba essere non una persona esclusivamente di parte, non una persona raccomandata da questa o quella forza politica, non una persona che ha una lunga presenza in Consiglio Comunale, non una persona che è avversaria di questo o quel ceto sociale. Il modello di Sindaco che noi abbiamo in testa è una persona che conosce la città, in grado di rappresentare l’artigiano e il pensionato, il mondo imprenditoriale e il lavoratore, che conosce le attività commerciali e le esigenze dei cittadini, consapevole che merita attenzione chi deve usufruire dei servizi ma anche chi li fornisce. Negli incontri che abbiamo fatto con i partiti questi pensieri non sono mai stati al centro dell’attenzione o meritevoli di essere determinanti nelle scelte.

Noi abbiamo proposto tutto questo e abbiamo indicato in Dino Cossalter il nostro candidato ideale.  – cocnlude la nota – Ma abbiamo riscontrato che oggi non esiste questa possibilità di trasversalità e abbiamo quindi ritenuto più opportuno non presentarci oggi, ma continuare a lavorare in profondità continuando questo percorso di rinnovamento che ci guiderà in un cammino diverso e sicuramente più condiviso in futuro dalla nostra comunità”.

Share
- Advertisment -

Popolari

Comuni e Recovery Plan. Massaro: «Cambiare le regole o non riusciremo a spendere nulla»

Incontro questa mattina tra i vertici dell'Associazione Nazionale Comuni Italiani e il Ministro alla Pubblica Amministrazione, Renato Brunetta; al centro del confronto, il Recovery...

Festa della Donna e Sex Work: 120.000 donne non sono tutelate in Italia. Pia Covre: “Nessuna donna è colpevole o vittima perché sex worker”

8 marzo 2021 – In Italia si contano almeno 120.000 sex worker e circa 20 milioni di clienti annui. Solo nella dimensione online Escort...

Lupo. Bortoluzzi: «Presenza sempre più vicina alle case, serve un piano di gestione diverso»

«Per la tutela della piccola agricoltura di montagna, degli hobbisti dell’allevamento e anche in ottica di mantenimento del territorio serve un piano di gestione...

Una maxi coperta ai piedi delle Tre Cime di Lavaredo per dire no alla violenza sulle donne

L’associazione UP – I Sogni fuori dal cassetto porta sulle Dolomiti “Viva Vittoria”: progetto d’arte relazionale, già sperimentato in numerose piazze italiane, coinvolgerà numerose...
Share