13.9 C
Belluno
mercoledì, Ottobre 21, 2020
Home Lavoro, Economia, Turismo Prevenzione incendi: pratiche più veloci, ma le carte non diminuiscono

Prevenzione incendi: pratiche più veloci, ma le carte non diminuiscono

«Una velocizzazione delle procedure, ma il volume di carte da presentare è molto simile a prima». Lo ha detto Leonardo Denaro, direttore interregionale Veneto e Trentino Alto Adige dei Vigili del Fuoco al convegno tenuto al Centro Giovanni 23mo la settimana scorsa, organizzato da Confindustria Belluno Dolomiti e il Comando provinciale dei Vigili del Fuoco sui nuovi adempimenti di prevenzione incendi entrate in vigore il 7 ottobre (Dpr 151/2011).
«Il principio di proporzionalità introdotto» ha detto il presidente di Confindustria Belluno Dolomiti Gian Domenico Cappellaro «consentirà un risparmio complessivo di 1,5 miliardi di euro l’anno alle nostre imprese, senza compromettere i livelli di sicurezza». Fabio Dattilo, dirigente generale della Direzione centrale dei Vigili del Fuoco, ha analizzato gli articoli del nuovo regolamento, che suddivide le attività in tre fasce di rischio A, B, C (basso, medio e elevato).  «Il titolare ci segnala l’inizio attività corredato di asseverazione di conformità del tecnico iscritto all’albo e di certificazione del tecnico abilitato iscritto agli albi professionali del ministero Interno. Dopodiché i Vigili del Fuoco hanno tempo 60 giorni per le verifiche campione sulle attività delle prime due fasce, mentre rimane obbligatoria la verifica per tutte le attività complesse della fascia C».   Claudio Giacalone, comandante provinciale dei Vigili del Fuoco di Belluno, nonché consulente al Viminale per la stesura del decreto, ha detto che la norma recepisce per la prima volta la procedura Scia (Segnalazione certificata inizio attività).  L’incontro è stato moderato da Michele Vigne, componente del Comitato centrale tecnico scientifico di prevenzione incendi del ministero dell’Interno. Sul tavolo dei relatori anche l’avvocato Livio Viel per gli aspetti legali. E il capo del Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco Alfio Pini che ha chiuso il convegno

Share
- Advertisment -


Popolari

Elisoccorso. Azienda Zero vince il ricorso al Tar, Elifriulia condannata al pagamento delle spese processuali

Con sentenza n.102 pubblicata il 13 ottobre 2020 il Tribunale amministrativo regionale del Veneto ha respinto per inammissibilità e per infondatezza il ricorso promosso...

Emergenza Covid, le direttive della Prefettura

Si è tenuta ieri 19 ottobre 2020, in videoconferenza, una riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, presieduto dal prefetto, Adriana...

Confcooperative Belluno e Treviso: i prodotti delle coop agroalimentari aiutano le famiglie bellunesi in difficoltà

L’associazione di categoria ha sposato il progetto “La povertà a casa nostra”, promosso da Insieme si può, in occasione di Scoop!: durante la festa...

Treviso nega il patrocinio al convegno di Crisanti. Zanoni: “Nello Zaiastan è vietato criticare il Doge”

Treviso, 20 ottobre 2020   "È vergognoso che la Giunta di Treviso ritiri il patrocinio a un convegno dell'Ateneo di Treviso sulla pandemia perché la...
Share