13.9 C
Belluno
lunedì, Ottobre 26, 2020
Home Cronaca/Politica Centrale idroelettrica Camolino-Busche: De Bastiani: “Sarà il Politecnico di Milano a valutare...

Centrale idroelettrica Camolino-Busche: De Bastiani: “Sarà il Politecnico di Milano a valutare il progetto”

Non c’è pace per il territorio di Cesiomaggiore. Dopo il sequestro dell’impianto di asfalti di Busche,  a preoccupare il Primo cittadino Gianni De Bastiani oggi è il progetto della centrale idroelettrica Camolino-Busche e il conseguente impatto idrogeologico e ambientale. Giovedì scorso è stato presentato agli uffici comunali da una società mista composta al 51% da Enel e al 49% da En&En (cordata di imprenditori e industriali bellunesi), il progetto dell’impianto senza alcuna variazione rispetto al precedente. «Abbiamo riconfermato le stesse osservazioni già segnalate – afferma il sindaco Gianni Bastiani – rispetto al progetto presentato alla popolazione. Inoltre, i tre comuni di Cesiomaggiore, Santa Giustina, Sospirolo hanno deciso insieme di affidare al Politecnico di Milano le verifiche necessarie per la redazione di un ausilio conoscitivo e valutativo sugli aspetti idrogeologici, idrologici, ambientali e geologici del progetto. Tale studio è finalizzato a permettere ai comuni di esprimersi con un quadro conoscitivo completo nella conferenza dei servizi che sarà
convocata dalla Regione per la valutazione di impatto ambientale. Per il Comune di Cesiomaggiore, fatte salve le verifiche che emergeranno dal suddetto studio, rimangono validi i rilievi in merito in particolare all’elettrodotto, al possibile tracciato alternativo che potrebbe evitare il passaggio sotto il paese di Anzaven e alla finestra di ispezione della Salmenega. Un’altra partita importante – prosegue De Bastiani – riguarda il ristoro ambientale, argomento che finora non è stato affrontato insieme alle amministrazioni comunali. Di certo non basta l’ici per compensare le comunità locali per una iniziativa di sfruttamento delle risorse del territorio. Intanto i cittadini possono consultare il progetto e presentare in Comune ulteriori osservazioni. Benché sia analogo a quello dello scorso anno, già oggetto di precedenti consultazioni e di osservazioni».

Share
- Advertisment -


Popolari

Quattro furti in abitazione ad Alano di Piave

Alano di Piave, 25 ottobre 2020  - Quattro furti in appartamento ad Alano di Piave nella serata di ieri. Ignoti, previa effrazione degli infissi,...

Tre interventi di soccorso in montagna

Belluno, 25 - 10 - 20    Alle 11 circa la Centrale del 118 è stata allertata dagli amici di un ragazzo colto da...

Auto e Moto d’Epoca. Bilancio positivo a Padova per la 37ma edizione della rassegna

Il patron Mario Carlo Baccaglini: “Siamo molto soddisfatti. La decisione di fare la fiera nonostante il grande momento di difficoltà ed incertezza del settore...

50 nuovi volontari della Protezione Civile. Padrin e Bortoluzzi: «Le tute fluo sono sempre più indispensabili per il nostro territorio»

Si è concluso oggi, domenica 25 ottobre, l'ultimo corso di Protezione Civile organizzato e curato dalla Provincia di Belluno. Hanno partecipato 50 persone, soprattutto...
Share