13.9 C
Belluno
martedì, Ottobre 27, 2020
Home Cronaca/Politica Crisi politica della Provincia: segnali di disgelo dalla Lega. Bottacin: “Sono pronto...

Crisi politica della Provincia: segnali di disgelo dalla Lega. Bottacin: “Sono pronto a ripartire con una nuova giunta di centrodestra, nell’interesse della cittadinanza, senza preclusioni di tessera”. Vello: “Non buttiamo all’aria il voto di 54mila elettori”!

Palazzo Piloni sede della Provincia

Qualche cosa si muove già nella crisi politica della Provincia, all’indomani della decisione del presidente del consiglio Ghezze. Che ha fissato al 20 ottobre la data della seduta di consiglio per il voto sulla mozione di sfiducia al presidente Bottacin sottoscritto dal Pdl insieme alle opposizioni.
Il presidente della Provincia Gianpaolo Bottacin difende la sua posizione, ma si dichiara pronto ad azzerare tutto e ripartire. «Capisco l’atto di sfiducia delle opposizioni ad una maggioranza, ma non quello del Pdl che ne fa parte. La mozione di sfiducia, di norma, è l’ultima ratio ad una situazione che ha rilevanza penale. Ma io non sono accusato di alcun reato! Ciò premesso, io sono pronto all’azzeramento nell’interesse della cittadinanza, per ripartire con una nuova giunta sia essa composta da 3+3 assessori (metà della Lega e metà del Pdl ndr) oppure 4+4, anche indipendentemente dalla loro tessera di partito».
Un segnale di distensione giunge anche dal segretario provinciale della Lega Nord Diego Vello, in una nota dove, per tafferugli locali da retrobottega quali sono questi, va a scomodare addirittura Winston Churchill, che diceva “ La responsabilità è il prezzo della grandezza”…
Vello invita la maggioranza Lega-Pdl a fare un passo indietro, «Non voglio che un voto popolare di oltre 54mila elettori venga buttato all’aria. Abbiamo dato uno spettacolo immaturo e questo ci ha fatti cadere in una soluzione che ritengo eccessiva come quella della sfiducia al Presidente Gianpaolo Bottacin, che fino ad ora ha operato per il bene dei bellunesi con coraggio e determinazione mettendoci sempre la faccia. Mettiamo per un attimo da parte orgoglio – prosegue il segretario della Lega – e sediamoci umilmente pensando prima di tutto ai nostri cittadini che meritano un clima politico stabile e, oggi più di ieri, forte nel piano della politica regionale e nazionale».
Poi chiama in causa anche le 17mila firme raccolte però dal Comitato per l’autonomia. E dove peraltro la Lega, come altri partiti, in un primo momento hanno snobbato l’iniziativa, salvo poi limitarsi a dare il loro assenso, non appena si sono accorti della sorprendente mobilitazione del popolo bellunese.
«Possiamo aprire un ragionamento su una nuova azione amministrativa sottoscritta da Pdl e Lega in pochi punti ma essenziali, in un momento di crisi economica, possiamo ripensare alla giunta, rivedere equilibri e cinicamente operare su ogni problema, ma prima di tutto ci vuole la volontà dei singoli. La politica la fanno gli uomini – conclude Vello – e gli uomini si vedono nei momenti di difficoltà»!

Share
- Advertisment -


Popolari

Il supermercato A&O del centro città riapre. La proprietà Cestaro/Unicomm conferma la decisione al consigliere Addamiano

Belluno, 27 ottobre 2020  -  C'è una buona notizia per i residenti del centro città, il supermercato A&O di Belluno, quello vicino al Teatro...

Scuole superiori, didattica digitale per il 75% degli studenti. Ordinanza regionale in vigore dal 28 ottobre

Il presidente della Regione del Veneto Luca Zaia ha firmato la seguente ordinanza in ossequio al Dpcm del 25 ottobre che non lascia margini...

Forte pioggia e neve a quota 1700 in arrivo tra stasera e domattina

Venezia, 26 ottobre 2020 - Il Meteo regionale del Veneto riferisce che tra il tardo pomeriggio di oggi ed il primo mattino di domani, martedì...

Nuovo Dpcm e scuola. Riunione in Prefettura del Comitato per l’ordine e la sicurezza. Quarantena e contagio, i dati provinciali

Si è tenuta stamane, in videoconferenza, una riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, presieduto dal prefetto, Adriana Cogode, alla quale...
Share