13.9 C
Belluno
venerdì, Ottobre 30, 2020
Home Lavoro, Economia, Turismo Sistri. I trasportatori chiedono il risarcimento danni

Sistri. I trasportatori chiedono il risarcimento danni

La CNA-FITA, dopo aver verificato la praticabilità dell’azione legale, ha avviato la richiesta della documentazione necessaria alle proprie imprese per attivare la causa collettiva per il recupero dei contributi pagati nel 2010 e 2011 per il Sistri, il sistema di tracciabilità dei rifiuti che, di proroga in proroga, non è mai partito.
“Vale la pena ricordare – fa notare il presidente degli autotrasportatori A.P.P.I.A. Roberto Pellizzari – che, dalla sua introduzione e presunta attivazione, nonostante le clamorose vicende a tutti note, le imprese di trasporto hanno dovuto sostenere costi considerevoli derivanti dai diritti dovuti per la prima iscrizione al SISTRI, per la installazione delle black box, per i diritti di segreteria alla CCIAA e per i dispositivi USB, per la specifica formazione e per l’acquisto di computer e stampanti; costi anticipati che potevano rimanere nelle tasche delle imprese”.
Pertanto, per dare corso all’azione collettiva, ogni azienda dovrà inviare alla CNA-FITA Nazionale un foglio excell con il conteggio di tutti i costi sostenuti nei due anni interessati corredati dalle relative fatture per:
contributi di attivazione versati;
spese di acquisto delle schede sim;
spese del traffico telefonico inerente;
spese per la installazione delle black box;
giorni di fermo tecnico dei mezzi presso le officine autorizzate;
ogni ulteriore spesa.
“Si sta comunque valutando, sostiene Lino Viel responsabile dell’ufficio ambiente dell’Associazione Provinciale Piccola Industria e Artigianato, di ampliare l’azione collettiva di richiesta di risarcimento dei danni non solo per i trasportatori, ma anche alla più ampia platea rappresentata dai produttori di rifiuti che, pur non avendo sostenuto la stessa entità di spesa, si sono trovati a sostenere costi per un servizio non reso”.
Ulteriori informazioni sulla class action possono essere ottenute rivolgendosi al servizio ambiente dell’Associazione.

 

Share
- Advertisment -


Popolari

Nuovo rilevatore di velocità a Levego. Sarà in funzione 24 ore su 24 da domenica I° novembre

Entrerà in funzione domenica 1 novembre il nuovo rivelatore di velocità a Levego, lungo la Strada Provinciale 1 della Sinistra Piave. «Il nuovo apparecchio consente...

L’anno dello sciacallo dorato. Una coppia con tre cuccioli vive in Comelico

Ora è certo, in Comelico c’è lo sciacallo dorato. Le immagini di una coppia con tre cuccioli di circa 6 mesi sono state catturate...

Ronce 2020. Gimmy Dal Farra: “Progetti pronti per i finanziamenti, si parta al più presto”

L'associazione Belluno Alpina accoglie con soddisfazione i primi interventi concreti sul territorio del comprensorio Quantin-Nevegal-Ronce-Valmorel: "Con i fondi Vaia è stato asfaltato il primo...

Banda larga. Interrogazione di De Menech al ministero dell’Innovazione per sollecitare l’attivazione delle linee veloci

Roma, 30 ottobre 2020 _ Il deputato bellunese Roger De Menech ha presentato oggi un'interrogazione al ministro dell'Innovazione e digitalizzazione per sapere quali azioni...
Share