13.9 C
Belluno
martedì, Ottobre 27, 2020
Home Cronaca/Politica Recupero spazi montani abbandonati: riaperto il bando regionale

Recupero spazi montani abbandonati: riaperto il bando regionale

Franco Manzato

Nuova opportunità per il recupero delle aree montane degradate del Veneto: la Giunta Regionale, su iniziativa dell’assessore Franco Manzato, ha riaperto i termini per la presentazione delle domande relative ai finanziamenti per il recupero naturalistico straordinario di spazi aperti montani abbandonati e degradati (misura 216 – azione 6 del Programma di Sviluppo Rurale). Le risorse a bando ammontano a 9 milioni 161mila euro e ci sarà tempo fino al 31 ottobre prossimo per presentare i documenti per la richiesta di finanziamento.
“Con questa iniziativa – ha ricordato Manzato – vogliamo riuscire a ridurre il degrado dello spazio rurale negli ambiti montani e collinari, determinato sostanzialmente dall’abbandono, garantendone il presidio e la manutenzione. Tra gli obbiettivi c’è anche il recupero degli spazi aperti per la valorizzazione degli elementi paesaggistici di pregio. Possono presentare domanda di aiuto non solo gli agricoltori, ma anche i privati che gestiscono superfici agricole, oltre agli enti pubblici e agli enti gestori del demanio statale o regionale”. Tra gli interventi previsti, il taglio della vegetazione erbacea invasiva ed infestante, i lavori manuali di spietramento e la semina con sementi di specie locali. L’entità dell’aiuto riconosciuto è pari al 100 per cento della spesa ammissibile
La riapertura è stata decisa in considerazione delle numerose richieste di informazione arrivate in prossimità della prima scadenza, che era stata fissata per il 29 luglio scorso, tenuto conto che vi sono ancora risorse disponibili per queste finalità e che la documentazione da presentare, relativamente complessa, potrebbe aver di fatto impedito di presentare domanda entro i precedenti termini. “La decisione, inoltre – ha concluso Manzato – è stata presa anche per motivi per così dire tecnici favorevoli: per alcuni mesi, infatti, le condizioni saranno sufficienti per consentire l’esecuzione dei rilievi topografici necessari per individuare puntualmente le aree d’intervento”.

 

Share
- Advertisment -


Popolari

Scuole superiori, didattica digitale per il 75% degli studenti. Ordinanza regionale in vigore dal 28 ottobre

Il presidente della Regione del Veneto Luca Zaia ha firmato la seguente ordinanza in ossequio al Dpcm del 25 ottobre che non lascia margini...

Forte pioggia e neve a quota 1700 in arrivo tra stasera e domattina

Venezia, 26 ottobre 2020 - Il Meteo regionale del Veneto riferisce che tra il tardo pomeriggio di oggi ed il primo mattino di domani, martedì...

Nuovo Dpcm e scuola. Riunione in Prefettura del Comitato per l’ordine e la sicurezza. Quarantena e contagio, i dati provinciali

Si è tenuta stamane, in videoconferenza, una riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, presieduto dal prefetto, Adriana Cogode, alla quale...

Serrande abbassate dopo le 18, l’allarme di Confartigianato. Gaggion: «Penalizzati rispetto alla grande distribuzione»

Tutto chiuso dopo le 18: vale per i bar e i pub, i ristoranti e le pasticcerie. Le disposizioni contenute nel nuovo Dpcm non...
Share