13.9 C
Belluno
giovedì, Luglio 18, 2024
HomeCronaca/PoliticaMisure anticrisi: la Regione attiva un fondo di garanzia da 36 milioni....

Misure anticrisi: la Regione attiva un fondo di garanzia da 36 milioni. Toscani: “un’occasione da non perdere per le imprese”

Matteo Toscani

“Il Veneto sarà la prima regione in Italia a mettere in campo un fondo di garanzia e controgaranzia diretta alle imprese per finanziamenti anche a breve termine, attraverso la propria finanziaria regionale Veneto Sviluppo Spa. Le aziende bellunesi devono cogliere questa occasione per uscire dalla crisi e agganciare la ripresa”. Così il vicepresidente del consiglio Matteo Toscani, dopo che stamattina la commissione Attività produttive, presieduta dal leghista Luca Baggio, ha dato il via libera allo strumento di ingegneria finanziaria che prevede la costituzione di un nuovo fondo da 36 milioni di euro. “Sono due le linee di intervento del fondo di garanzia – spiega Matteo Toscani – una più tradizionale e una decisamente innovativa. Innanzitutto, Veneto Sviluppo garantirà alle imprese selezionate finanziamenti per investimenti a medio termine coprendo con il proprio ‘ombrello’ di garanzia il 50 per cento della somma erogata dagli istituti di credito. Se l’operazione di garanzia viene svolta con i Confidi, la finanziaria regionale potrà garantire sino all’80 per cento della somma richiesta. In secondo luogo, il fondo coprirà anche, ed è questa la vera novità, il primo rischio di investimenti a breve termine di banche e Confidi a favore del sistema produttivo: un quinto del fondo di garanzia (attualmente circa 7 milioni) sarà riservato a mitigare le eventuali ‘sofferenze’ del portafoglio di operazioni di investimento che banche e Confidi faranno nei confronti delle imprese”. “Le regole attuative che disciplinano l’accesso al fondo” aggiunge il vicepresidente del consiglio veneto – sono state impostate in modo sufficientemente elastico per poter selezionare le imprese più virtuose e meritevoli del sistema veneto e, al tempo stesso, accompagnare fuori dalla crisi quelle in temporanea difficoltà?. “Grazie a questo fondo di garanzia e controgaranzia – spiega il presidente Baggio – la Regione mette in campo un valido intervento anticrisi che potrà attivare una vera e propria ‘filiera’ in grado di massimizzare le potenzialità di investimento della finanziaria regionale: Veneto Sviluppo calcola, infatti, di riuscire a mettere in circolazione una massa monetaria pari ad almeno 16 volte quella immessa nel fondo. Il che significa che con 40 milioni di euro di fondo di garanzia (è in previsione infatti una ulteriore iniezione di risorse nel fondo, per portarlo a regime a 50 milioni di euro) si potranno garantire 640 milioni di euro, pari a un miliardo e 280 milioni di finanziamenti bancari”.

- Advertisment -

Popolari