13.9 C
Belluno
martedì, Giugno 15, 2021
Home Cronaca/Politica Veneto, crescono i turisti. Finozzi: i dati su arrivi e presenze indicano...

Veneto, crescono i turisti. Finozzi: i dati su arrivi e presenze indicano segnali di ripresa

Caorle
Caorle

Oltre sei milioni di turisti hanno visitato il Veneto nel periodo tra gennaio e giugno e vi hanno trascorso complessivamente oltre 21 milioni di pernottamenti. I dati sull’andamento del turismo nel Veneto nella prima parte dell’anno presentati stamani a palazzo Balbi, a Venezia, dall’assessore regionale al Turismo Marino Finozzi dimostrano che il sistema regionale tiene e reagisce bene. “L’incremento del 2,6% degli arrivi nei primi sei mesi del 2010 rispetto al 2009 è un chiaro segno che i turisti continuano a preferire il Veneto. Ottimi sono i segnali che arrivano da alcune delle località per le quali sono già disponibili i dati di luglio: Caorle-Bibione arrivi +3,18%, presenze -1,5%; Garda arrivi +3,13%, presenze +2,6%. Questi numeri, assieme  alle prime stime dell’andamento di agosto fanno ben sperare per il settore dell’ospitalità nel Veneto e indicano che le offerte, dal balneare, alla montagna, alle città d’arte, fino al lago e le terme, sono attraenti e hanno forte richiamo pur in una situazione generale difficile”. “La crisi infatti – precisa l’assessore Finozzi – si fa ancora sentire sulla durata delle vacanze: anche per il 2010 prevale la tendenza a fare vacanze ma a rimanere meno a lungo nelle località turistiche. A una ripresa degli arrivi non corrisponde insomma un incremento delle presenze. I dati inerenti i primi sei mesi dell’anno da questo punto di vista indicano per il Veneto uno 0,87% di riduzione dei pernottamenti rispetto al 2009”. “Molto incoraggiante è la forte ripresa delle città d’arte, Venezia (arrivi +8,9%, presenze +0.86%), Padova (arrivi +13,3%, presenze +10,9%), Verona (+12,43% arrivi, +9,40% presenze) e Treviso (+8,2% arrivi, + 6,66% presenze), le prime a beneficiare dei segnali di ripresa dell’economia mondiale (in primis Usa e Asia). Alle Terme euganee i dati (+0,88% arrivi, – 1,16% presenze) mostrano un’inversione di tendenza, merito del lancio di una massiccia campagna di informazione medico-scientifica e pubblicitaria. Positiva conferma delle presenze straniere: le città d’arte, il mare e il lago di Garda si confermano mete privilegiate per i tedeschi e gli austriaci con ulteriori incrementi rispetto la già positivo 2009: Usa +4,3%, Francia +4,2%, Giappone +11,8%, Germania +2%, Cina +17,8%. Attendiamo infine i dati della montagna anche se fino a giugno non erano positivi complice l’andamento meteorologico particolarmente negativo del mese di giugno”.

Share
- Advertisment -

Popolari

Sistemazione del sentiero sul lago di Santa Croce a Poiatte: la Provincia chiama Veneto Strade per rimuovere una frana

Si stanno concludendo in questi giorni i lavori di rimozione del materiale e messa in sicurezza della frana di Poiatte, che interessa il sentiero...

Per i disservizi Trenitalia non servono inaugurazioni! * di Lucio D’Alberto

In un momento in cui è forte la discussione su quale tracciato dovrà seguire la linea ferroviaria per Cortina, in un momento in cui...

Martina Gris convocata agli Europei di mtb

Stagione ricca di soddisfazioni per la giovanissima Martina Gris, portacolori del Pedale Feltrino settore mountain bike che dopo la vittoria in Veneto Cup a...

Riparte la formazione per operatori/volontari delle associazioni per servizio di trasporto e soccorso sanitario

Con il miglioramento del quadro epidemiologico riparte anche l’importante attività di formazione delle Associazioni che assicurano i soccorsi e i trasporti secondari in convenzione...
Share