13.9 C
Belluno
giovedì, Aprile 18, 2024
HomeCronaca/PoliticaOccupabilità oltre la Crisi: 600mila euro dalla Fondazione

Occupabilità oltre la Crisi: 600mila euro dalla Fondazione

Stefano De Gan, assessore provinciale alle Politiche del Lavoro, loda l’iniziativa del Comune di Belluno con la Fondazione Cariverona a favore dei “nuovi poveri”: «Fa piacere che anche il Comune di Belluno intenda mettere in cantiere un progetto sull’occupabilità, come quello già attuato da Palazzo Piloni». «Qualsiasi azione concreta volta ad arginare le conseguenze della crisi non può che trovarmi favorevole – ha spiegato l’assessore De Gan – . Ecco perché ho letto con interesse quanto portato avanti da Palazzo Rosso con la Fondazione Cariverona. Ho altresì preso atto che il progetto interessa esclusivamente il territorio della conferenza dei sindaci dell’Ulssn° 1: a questo punto la Provincia, con il suo già avviato progetto “Occupabilità oltre la Crisi”, è opportuno che concentri i propri interventi nell’ambito della zona dell’Ulss n° 2». Ha proseguito l’assessore: «È significativo constatare come la Fondazione Cariverona abbia messo a disposizione della citata iniziativa una somma di circa unmilionecentomila euro, mentre per l’azione di Palazzo Piloni, che intende coprire l’intero territorio provinciale (compresa quindi l’area dell’Ulss n° 2), abbia invece stanziato 600mila euro, ovvero cinquantamila in meno di quanti da noi richiesti».
«Oltre a ricordare che dalle casse della Provincia verranno erogati altri 150mila euro a favore di “Occupabilità oltre la Crisi”, è bene sottolineare un aspetto: con esso si riconoscono delle risorse economiche anche a favore delle aziende artigiane industriali e commerciali che mettono a disposizione un tutor per seguire l’inserimento delle persone in azienda – ha concluso De Gan – . Per il nostro progetto, è stato calcolato che i beneficiari potranno essere 216 unità, che saranno dunque interessate da un complessivo fondo di 750mila euro; per il recente accordo a favore della sola zona dell’Ulss n°1, invece, saranno interessate circa settanta persone».

- Advertisment -

Popolari