13.9 C
Belluno
giovedì, Gennaio 21, 2021
Home Cronaca/Politica Il 40% dei canoni idrici alla Provincia con l'emendamento Bossi. Toscani:vantaggi immediati...

Il 40% dei canoni idrici alla Provincia con l’emendamento Bossi. Toscani:vantaggi immediati se si attiva con l’Enel un tavolo di concertazione che contempli già da adesso migliorie ai laghi di montagna

Matteo Toscani
Matteo Toscani

Quantificare al più presto i vantaggi della compartecipazione della Provincia ai canoni di utilizzo dei bacini idrici, attivando immediatamente un dialogo con Enel per anticipare gli interventi migliorativi sui laghi bellunesi in vista della scadenza delle concessioni idroelettriche. “Il messaggio lanciato da Bossi nelle sue recenti visite in Cadore – dichiara il vicepresidente del Consiglio regionale Matteo Toscani – è chiaro: la montagna deve approfittare di questo emendamento alla Finanziaria fatto inserire dallo stesso Bossi per le province di Belluno, Sondrio e Verbania. Si parla di decine di milioni di euro, ma per gli Enti locali i vantaggi possono arrivare fin da subito se con Enel si attiva un tavolo di concertazione che contempli già da adesso migliorie ai laghi di montagna, soprattutto quelli di grandi dimensioni e per questo più redditizi”. La novità amministrativa per Belluno arriverà alla scadenza delle concessioni per l’utilizzo dei bacini idrici, circa una ventina in provincia, oggi in mano all’Enel. Allora, l’ente titolare della concessione potrà ottenere il rinnovo automatico solo facendo compartecipare ai canoni la Provincia per un totale del 40% del pacchetto. In caso di rifiuto, si andrà a gara per la riassegnazione delle concessioni. “Proprio per questo – spiega Toscani – è auspicabile che Enel intraprenda un dialogo con la Provincia in vista della scadenza delle concessioni, impegnandosi innanzitutto ad una più attenta manutenzione dei bacini, ma soprattutto offrendo finalmente al territorio servizi ed agevolazioni tangibili”. “Non posso che essere soddisfatto dell’impegno assunto da Bossi a vantaggio della montagna in un settore come quello dell’utilizzo dei laghi a scopo energetico, il che testimonia ancora una volta l’attenzione della Lega per la specificità delle terre alte e per territori chiusi tra autonomie forti. Questa è la miglior risposta per gli scettici, in vista dell’attuazione piena del federalismo fiscale”, conclude Toscani.

Share
- Advertisment -

Popolari

Belluno, record di cassa integrazione. Paglini (Cisl): “A un passo dal baratro, serve un piano territoriale per l’occupazione e il rilancio”

"Eravamo preoccupati prima di leggere i dati, ma i numeri sono numeri e non lasciano spazio a interpretazioni: Belluno è la provincia veneta che...

Recovery Fund e Piano di Ripresa. 210 miliardi della UE da spendere e rendicontare entro il 2026. L’Italia sarà in grado? Probabilmente no

Il 2020 anno nefasto causa pandemia. Risalire si può, con le risorse UE (Recovery Fund e Piano di Ripresa e Resilienza Next Generation EU),...

Arpav nuovamente commissariata. Gruppo Pd Veneto: la tutela ambientale non è una priorità per la Regione”

Venezia, 21 gennaio 2021 - "Siamo sbalorditi dall'ennesimo cambio al vertice di Arpav, con l'Agenzia commissariata ad appena un anno e quattro mesi dall'insediamento del...

Sei aule nuove con i moduli prefabbricati al liceo Galilei. Bogana: «Nuovi spazi per il ritorno della didattica in presenza»

Si sono conclusi ieri i lavori di installazione dei moduli prefabbricati a liceo scientifico Galilei. Da lunedì le strutture posizionate nel cortile della scuola...
Share