13.9 C
Belluno
lunedì, Novembre 30, 2020
Home Prima Pagina Pari opportunità: bandi regionali per progetti di scuole e enti locali

Pari opportunità: bandi regionali per progetti di scuole e enti locali

Per realizzare iniziative e attività destinate a promuovere le pari opportunità tra uomo e donna la giunta regionale, su relazione dell’assessore Isi Coppola, ha approvato i bandi 2009 per il finanziamento di progetti che saranno presentati da scuole ed enti locali. L’importo delle risorse complessivamente disponibili è di quasi 500 mila euro. “Il provvedimento – fa rilevare l’assessore – ha passato il vaglio della Commissione regionale per le pari opportunità e della competente Commissione consiliare. I bandi vengono approvati in questo periodo perché giungono a maturazione i progetti dell’anno precedente, consentendo una valutazione dei risultati; inoltre, essendo già iniziato l’anno scolastico, mettiamo anche le scuole, che hanno dato in questi anni una risposta straordinaria su questi temi, in condizione di partecipare”. Per quanto riguarda gli enti locali i bandi sono due: uno per favorire la nascita e l’attività di organismi di parità, l’altro per consolidare la presenza di servizi permanenti (sportelli-donna e centri risorse) a sostegno delle pari opportunità. “Una delle esigenze più sentite – evidenzia l’assessore Coppola – era quella di dare omogeneità a questi servizi in tutta la regione, favorendo soprattutto la loro caratterizzazione di servizi dedicati alle pari opportunità e all’universo femminile”. Un terzo bando è rivolto alle scuole per progetti, in forma singola o associata, destinati a realizzare iniziative in collaborazione per la promozione delle politiche di pari opportunità. “Quello della scuola è uno dei settori – fa rilevare l’assessore – che in questi ultimi anni ha dato prova di grande sensibilità e partecipazione relativamente a queste tematiche. Proseguiremo quindi nell’azione di sostegno a questi progetti che coinvolgono direttamente i più giovani e li aiutano ad affrontare la realtà senza pregiudizi e nel rispetto e valorizzazione delle differenze di genere”. Il provvedimento approvato dalla giunta veneta prevede anche la realizzazione di iniziative dirette da parte della Regione, in collaborazione con enti pubblici e istituti universitari, per veicolare e diffondere sul territorio veneto buone pratiche di promozione delle pari opportunità. “La finalità principale – conclude l’assessore – è di raggiungere un’effettiva parità di accesso in ogni ambito delle vita politica, sociale ed economica”.

Share
- Advertisment -

Popolari

Misure anti-Covid, la Provincia vara una “manovra” da 2,5 milioni di euro. 500mila euro a Dolomitibus e 500mila agli impianti di risalita

Belluno, 30 novembre 2020 - È stata approvata questa mattina dal consiglio provinciale la nona variazione al bilancio di previsione, contenente un'importante manovra anti-Covid....

Qualità della vita, Belluno scende al 19mo posto. Padrin: «Viviamo in un territorio magnifico. Ci penalizza solo la dimensione demografica»

«Lavoro, benessere sociale e ambiente confermano il valore del territorio Bellunese. Ancora una volta pesa la demografia, e quest'anno c'è anche il Covid a...

In Crepadona la “Quarta piazza” di Belluno, interamente coperta da una formidabile vetrata

Belluno, 30 novembre 2020 - "Saranno raddoppiati gli spazi a disposizione dei ragazzi per lo studio e la biblioteca grazie al recupero della corte...

Auto investe animale selvatico sul Boscon e viene a sua volta tamponata da altri due veicoli

Belluno, 30 novembre 2020 - Alle ore 05:55  di questa mattina, una Fiat Uno bianca condotta da T.A. 53enne bellunese, in transito da Belluno...
Share