13.9 C
Belluno
mercoledì, Settembre 30, 2020
Home Lettere Opinioni Parole in rivolta

Parole in rivolta

Sintassi in riga! L’ordine smuove gli alfabeti che si dispongono per entrare in azione, anzi in televisione. Gli occhi rugosi di Om si offuscano di lacrime, mai e poi mai avrebbe pensato che potesse giungere questo momento nella vita del suo popolo. Mentre migliaia di Parole, in silenzio, già premono sulla bocca dell’ignaro presentatore imbellettato, il vecchio ha un sussulto e un dubbio gli invade la mente: la verità può essere detta? Ma non ha più il tempo di rispondersi, il mezzo busto pettinato del tg apre la bocca e dice: “Buonasera coglioni…”.

La maestrina dalla penna rossa

Share
- Advertisment -



Popolari

Cordoglio per la morte di Bepi Tormen

«La scomparsa improvvisa di Bepi Tormen ci lascia senza parole. La Provincia perde un validissimo consulente, un ricercatore che da anni collaborava con noi». Il...

Marchon Italia: accordo sindacale sullo smart working

Diritto alla disconnessione, tre giornate massime di smart working alla settimana, flessibilità della prestazione lavorativa. Sono alcuni degli elementi che caratterizzano l'accordo sullo smart...

Caffè pedagogico. Appuntamento on line il 5 e 9 ottobre per genitori con bambini da 0 a 6 anni

Il “Caffè Pedagogico” è un’Associazione culturale costituita nel 2017 da un gruppo di professionisti amanti del mondo dell’infanzia, convinti del valore pedagogico in educazione...

Fondo solidarietà bilaterale artigianato bloccato. Scarzanella: imprenditori senza assegno da maggio

«Il lockdown e la pandemia continuano a mettere in ginocchio il mondo dell'artigianato. La situazione comincia a farsi insostenibile». È quanto afferma la presidente...
Share