13.9 C
Belluno
venerdì, Gennaio 22, 2021
Home Cronaca/Politica Il Comune di Belluno cede alcune pertinenze del rifugio 7mo Alpini al...

Il Comune di Belluno cede alcune pertinenze del rifugio 7mo Alpini al Cai

Martedì mattina a Palazzo Rosso, presente anche l’assessore al patrimonio, Tiziana Martire, il sindaco di Belluno, Antonio Prade ha incontrato il presidente della Sezione di Belluno del Club Alpino Italiano, Alessandro Farinazzo. L’incontro, richiesto dal Cai, aveva per oggetto l’acquisto di alcune pertinenze del rifugio 7° Alpini (tra le quali la chiesetta), oggi di proprietà comunale ma ritenute necessarie dal CAI per una migliore manutenzione e presentazione del rifugio. La risposta del sindaco è stata positiva e nei prossimi giorni gli uffici lavoreranno per il trasferimento della proprietà. Nelle settimane scorse già si era avviata una preziosa collaborazione fra Comune di Belluno e CAI su di una realtà piccola ma importante, quella della sistemazione della segnaletica nella zona del sentiero Vaus. Si tratta di un luogo di straordinaria bellezza ma anche di gravi incidenti, ultimo quello costato la vita a Paolo Longi lo scorso luglio. L’incontro è dunque servito anche per condividere la criticità della segnaletica di molti sentieri del Comune, criticità in buona parte derivante da un quadro di competenze poco chiaro. Inoltre molte consuetudini, anche se dovute alla buona volontà, non hanno sempre prodotto una realtà di sicurezza e di trasparenza. E questo vale sia per i sentieri che per le vie ferrate della Schiara. “Dobbiamo uscire da queste incertezze – ha detto il sindaco Antonio Prade – ne va del buon nome del nostro comune. La collaborazione con le donne e gli uomini del CAI, ma non solo, ci aiuterà a venire a capo di questi problemi. Noi abbiamo l’obiettivo di una segnaletica evidente, completa e sicura su tutto il nostro comune, per tutti i nostri sentieri e per le vie ferrate. Dunque i prossimi giorni proseguirà il nostro lavoro per mettere bene a fuoco la situazione esistente. Poi arriveranno le soluzioni”.

Share
- Advertisment -

Popolari

Commissariamento Arpav: pieno caos. La denuncia delle Rappresentanze sindacali

Ente Regione, Presidente Zaia, Comitato d’Indirizzo, crediamo sia necessario ribadire con chiarezza la nostra preoccupazione ed il nostro forte disagio per la situazione creatasi in ARPAV...

Rete elettrica. Incontro Provincia-Terna-ministro D’Incà. Padrin: «Chiediamo a Terna di conoscere i piani relativi all’intero Bellunese»

La Provincia di Belluno ha incontrato oggi i vertici di Terna, per continuare a ragionare dei miglioramenti infrastrutturali che riguardano le reti elettriche del...

Grandi opere. Padrin: «Belluno assente ma lavoriamo affinché le Olimpiadi risolvano i nostri gap». Bond: «Ennesima dimenticanza del Bellunese»

«Non posso dire di non essere sorpreso. Ma sicuramente le strategie relative alle Olimpiadi, pur non rientrando espressamente nella lista grandi opere per il...

Belluno, record di cassa integrazione. Paglini (Cisl): “A un passo dal baratro, serve un piano territoriale per l’occupazione e il rilancio”

"Eravamo preoccupati prima di leggere i dati, ma i numeri sono numeri e non lasciano spazio a interpretazioni: Belluno è la provincia veneta che...
Share