13.9 C
Belluno
venerdì, Dicembre 4, 2020
Home Lavoro, Economia, Turismo Made in Italy: le nuove norme anticontraffazione presto in vigore

Made in Italy: le nuove norme anticontraffazione presto in vigore

Franco Brunello presidente occhialerie aderenti all'Appia
Franco Brunello presidente occhialerie aderenti all

Il prossimo 15 agosto entrerà in vigore la nuova legge n. 99 del 23/7/2009 che tra l’altro contiene nuovi criteri per la tutela del “made in Italy”. Non é passato quindi, grazie anche al fattivo impegno di CNA Federmoda, il tentativo di chiedere una moratoria all’applicazione della nuova norma che dovrebbe garantire una maggiore trasparenza definendo come pratica commerciale ingannevole “l’uso di marchi di aziende italiane su prodotti o merci non originari dell’Italia ai sensi della normativa europea sull’origine senza l’indicazione precisa, in caratteri evidenti, del loro Paese o del loro luogo di fabbricazione o di produzione, o di altra indicazione sufficiente ad evitare qualsiasi errore sulla loro effettiva origine straniera”. Questa legge é il frutto di anni di impegno tanto sul versante nazionale che comunitario e può rappresentare una boccata di ossigeno per tante piccole aziende del settore moda a condizione ovviamente che le nuove norme vengano fatte rispettare. A sostenerlo é Franco Brunello presidente delle occhialerie aderenti all’APPIA nonché referente nazionale per il sistema moda della CNA per quanto riguarda lo specifico comparto. “ Si aprono per le aziende del settore che hanno deciso   di rimanere legate al made in Italy – continua Brunello – nuove possibilità in quanto anche chi é proprietario di un piccolo marchio commerciale potrà cercare di acquisire nuove quote di mercato mentre chi svolge il ruolo di contoterzista potrà essere considerato dai committenti come un valore aggiunto e non solo come un costo da minimizzare producendo altrove”. Un primo passo per la tutela dei consumatori e delle aziende locali é stato fatto. Occorrerà ora, con coerenza, fare si che queste norme non cadano nel dimenticatoio e che i controlli si attivino da subito.

Share
- Advertisment -

Popolari

Maltempo. Ordinanza del prefetto: sabato scuole chiuse. Allarme codice rosso: evitare spostamenti se non strettamente necessari

Il territorio della provincia è interessato da precipitazioni estese e persistenti. Il Centro Funzionale Decentrato della Regione Veneto in data odierna ha emesso l’avviso di...

48 ore di maltempo, massima criticità da sabato pomeriggio a domenica. Quota neve 1200-1500 metri

Venezia, 4 dicembre 2020  -  Il Centro Funzionale Decentrato della Protezione Civile, alla luce delle previsioni meteo di ARPAV e dell’intensa ondata di maltempo in...

Il Tar del Veneto conferma la legittimità del calendario venatorio provinciale. De Bon: «Spiace che posizioni ideologiche abbiano fatto perdere tempo ai nostri uffici»

Con ordinanza n. 612/2020 pubblicata oggi (4 dicembre) la Sezione prima del Tar Veneto si è nuovamente pronunciata a favore delle decisioni della Provincia...

Nuovo Dpcm, attività turistiche in ginocchio. De Carlo: “Il Governo non vada in vacanza e programmi la ripartenza. L’area montana ha bisogno di sostegni...

"Non possiamo trovarci all'Epifania con albergatori e impiantisti che non sanno che fare l'indomani: il Governo non vada in vacanza, inizi ora a programmare...
Share