13.9 C
Belluno
martedì, Dicembre 1, 2020
Home Cronaca/Politica Riunione in Prefettura per il monitoraggio della frana di Borca di...

Riunione in Prefettura per il monitoraggio della frana di Borca di Cadore

Si è svolta questa mattina presso la Prefettura di Belluno una riunione per fare il punto della situazione a seguito della colata detritica che ha colpito la frazione di Cancia (Borca di Cadore). Hanno partecipato all’incontro, oltre al prefetto, il sindaco di Borca di Cadore, il presidente della Provincia, i rappresentanti del Genio civile e della Direzione regionale della difesa del suolo e della protezione civile, dei Vigili del fuoco, dell’Arpav, delle Forze di polizia e dell’Anas. Nel corso dell’incontro è stato svolto un approfondito esame della situazione in atto e dello stato dei lavori lungo la frana,  nonché le iniziative da avviare a tutela delle persone fino all’attuazione dei lavori di completamento delle strutture di difesa dell’abitato. I lavori di asporto della ghiaia a monte continuano senza sosta nell’arco di tutte le 24 ore con l’obiettivo di procedere allo svuotamento dei vasconi ed al ripristino delle briglie di contenimento entro il più breve tempo possibile. Si è inoltre concordato di procedere nell’immediato anche al ripristino del sistema di allertamento automatico. L’Arpav ha assicurato l’impegno a comunicare alle strutture locali di protezione civile, per il tramite del competente Centro funzionale della Regione, bollettini meteo giornalieri contenenti le previsioni meteo della zona, e consentire pertanto una più attenta e dettagliata valutazione dell’evoluzione meteo, che concorrono in modo rilevante alla valutazione del grado di pericolo di colate lungo le pendici dell’Antelao. Sono  stati approfonditi i criteri per perfezionare i sistemi di allertamento delle strutture di protezione civile, attraverso una puntuale qualificazione del grado di rischio e di pericolo degli eventi, e definite le azioni da porre in essere da parte della popolazione in caso di allarme, come lo sgombero dei piani bassi delle case o l’evacuazione delle medesime.  A tal fine è stato costituito un gruppo di lavoro composto dal Comune di Borca, dalla Provincia, dai Vigili del Fuoco, dal Genio civile e difesa del suolo regionale che procederà già dal pomeriggio odierno alla redazione di una pianificazione d’emergenza che sarà a breve operativa e fino alla conclusione delle definitive opere di messa in sicurezza del versante. Si è concordato, anche sul presupposto della possibile presenza di temporali nella zona a partire dal fine settimana, di mantenere l’evacuazione in atto degli abitanti delle case che potrebbero essere interessate da eventuali ulteriori colate detritiche.

Share
- Advertisment -

Popolari

Misure anti-Covid, la Provincia vara una “manovra” da 2,5 milioni di euro. 500mila euro a Dolomitibus e 500mila agli impianti di risalita

Belluno, 30 novembre 2020 - È stata approvata questa mattina dal consiglio provinciale la nona variazione al bilancio di previsione, contenente un'importante manovra anti-Covid....

Qualità della vita, Belluno scende al 19mo posto. Padrin: «Viviamo in un territorio magnifico. Ci penalizza solo la dimensione demografica»

«Lavoro, benessere sociale e ambiente confermano il valore del territorio Bellunese. Ancora una volta pesa la demografia, e quest'anno c'è anche il Covid a...

In Crepadona la “Quarta piazza” di Belluno, interamente coperta da una formidabile vetrata

Belluno, 30 novembre 2020 - "Saranno raddoppiati gli spazi a disposizione dei ragazzi per lo studio e la biblioteca grazie al recupero della corte...

Auto investe animale selvatico sul Boscon e viene a sua volta tamponata da altri due veicoli

Belluno, 30 novembre 2020 - Alle ore 05:55  di questa mattina, una Fiat Uno bianca condotta da T.A. 53enne bellunese, in transito da Belluno...
Share