13.9 C
Belluno
mercoledì, Agosto 10, 2022
Home Cronaca/Politica La Festa della Liberazione a Feltre e a Belluno

La Festa della Liberazione a Feltre e a Belluno

A Feltre si terranno come di consueto nella mattinata del 25 aprile le celebrazioni per il 64° anniversario della Festa della Liberazione, con qualche sostanziale novità rispetto al recente passato. Infatti, il programma elaborato per la ricorrenza dall’Amministrazione Comunale di Feltre nel corso di una riunione con le Associazioni Combattentistiche e d’Arma prevede, per le 9.30 il ritrovo dei partecipanti (ai quali sarà riservato uno spazio per parcheggiare in Via Campogiorgio onde salire in Cittadella con l’ascensore) in Piazza Maggiore nella quale, alle ore 9.45, si terrà l’alzabandiera. Da qui, alle ore 10.00, partirà il corteo che si snoderà lungo Via Mezzaterra, Porta Imperiale, Via XXXI Ottobre, Via Tezze e Via C. Battisti, con accompagnamento della Banda “Città di Feltre”, fino al Monumento ai Caduti, dove, dalle ore 10.30, si succederanno un momento di preghiera, la deposizione di una corona d’alloro, l’indirizzo di saluto del Sindaco, Sen. Gianvittore Vaccari, ed un’allocuzione del Presidente dell’ANPI, rag. Gianni Faronato.
Alle 11.00, a cura della sezione feltrina dell’ANPI, nell’Aula Magna dell’Istituto Carenzoni, il prof. Giovanni Perenzin presenterà il libro in corso di stampa “Storia di Rico, un partigiano pavese nelle montagne del Veneto”, autobiografia di Livio Longhi “Rico”, che fu partigiano a Feltre e in provincia di Belluno.
Alle 17.30, in Piazza Trento e Trieste, la Banda “Città di Feltre”, diretta dal Maestro Andrea Gasperin, terrà un concerto che, in caso di maltempo, avrà luogo nel loggiato palladiano del Palazzo Municipale.

25 aprile e 1° maggio 2009: le Cerimonie per l’Anniversario della Liberazione a Belluno
Il corteo del 25 aprile partirà dalla Caserma Tasso
Si terrà venerdì 24 aprile, alle 18, nella Sala Affreschi di Palazzo Piloni, in via S. Andrea (e non in Auditorium, come indicato nell’invito), il primo appuntamento del programma di celebrazioni organizzate per la ricorrenza del 64° Anniversario della Liberazione.
La tradizionale conferenza culturale proposta dall’ISBREC, che, assieme all’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia, alla Federazione Italiana Volontari della Libertà, al Comitato Onoranze Caduti dell’Oltrardo e all’Associazione Nazionale Famiglie Caduti e Dispersi in Guerra, collabora alla programmazione del calendario di eventi, sarà dedicata alla presentazione degli atti dell’importante convegno “La zona d’Operazioni delle Prealpi nella Seconda Guerra Mondiale”.
Sabato 25 aprile si entrerà nel vivo delle Celebrazioni, con l’alzabandiera e la deposizione di una corona al Monumento alla Resistenza di Piazza dei Martiri.
Quest’anno il corteo partirà dal cortile interno della Caserma Tasso, con ingresso in via Tissi. La caserma, rientrata da poco nella disponibilità del Comune, era all’epoca sede della gendarmeria tedesca e luogo di tortura: sarà, quindi, particolarmente significativo partire proprio da lì per dirigersi verso piazza dei Martiri. Il ritrovo nel cortile è fissato per le 9.30.
Toccherà, com’è tradizione, alla banda cittadina aprire il corteo, dirigendosi verso piazza dei Martiri per l’alzabandiera e, successivamente, per la deposizione di una corona al Monumento alla Resistenza. Seguiranno l’intervento delle autorità civili cittadine e il saluto del Presidente dell’A.N.P.I.
Alle 10.30, all’Auditorium Comunale, si terrà la premiazione della tesi di laurea vincitrice della borsa di studio dell’ISBREC intitolata a “Aldo e Albina Praloran”.
A completare le Celebrazioni, venerdì 1° maggio, ci saranno due importanti appuntamenti:
* alle 8.30, ci sarà la deposizione di una corona d’alloro presso la lapide di Piazzale Marconi, a ricordo dei caduti, in collaborazione con l’Associazione Famiglie Caduti e Dispersi in Guerra, cui seguirà la S. Messa nella Chiesetta dell’Istituto Sperti.
* A seguire, alle 9.30, in località “La Rossa”, ci sarà la celebrazione della S. Messa nella locale chiesetta, la deposizione di una corona d’alloro a ricordo dei Caduti dell’Oltrardo, a nome del Comitato locale, con il saluto del Sindaco.
Concluderà le celebrazioni un momento commemorativo presso le Scuole Elementari di Fiammoi, con l’intervento del professor Massimo Facchin, Reduce di Guerra, e con una recita a cura degli studenti della classe III della Scuola Media “I. Nievo” e della classe V elementare della Scuola di Fiammoi.
Viabilità
Per consentire il regolare svolgimento delle cerimonie, il 25 aprile si renderà necessario spostare le bancarelle del mercato dalla zona fronte ASVI al lato sud dei Giardini della stessa Piazza dei Martiri; il 1° maggio, per la cerimonia di Piazzale Marconi, verrà istituito il divieto di sosta nell’area di parcheggio situata in via Feltre, compresa tra la chiesetta dell’Istituto Sperti e piazzale Marconi, fino alla lapide dei Caduti, dalle ore 7.00

Share
- Advertisment -

Popolari

La fila al primo incontro del mercoledì con i cittadini del sindaco De Pellegrin

Belluno, 10 agosto 2022 - Otto cittadini e istanze varie, dalla richiesta di interventi sul territorio a dubbi di edilizia privata, alla domanda di...

Feltre. Dopo 23 edizioni cala il sipario su Voilà. Le opposizioni: ecco la prima scelta di politica culturale dell’Amministrazione Fusaro

Feltre, 10 agosto 2022 - In attesa di capire quali siano i tempi degli antichi fasti della città cui la sindaca Fusaro fa spesso riferimento,...

Abbattimenti illegali, anche un’aquila reale. Tre arresti e due denunce tra il Primiero e il Bellunese.

È stata posta a termine dal Corpo forestale del Trentino l’attività di bracconaggio di un gruppo organizzato che operava - anche con l’impiego di...

Synlab Italia acquisisce Salus e Belluno Medica

Belluno, 8 agosto 2022 – Synlab Italia, azienda leader nel settore della diagnostica medica, annuncia di aver completato l’acquisizione di due importanti società operanti...
Share