Wednesday, 13 November 2019 - 07:02
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Si cerca una ragazza di Pieve di Cadore che non è rientrata a casa. Voleva visitare la mostra sulle torture e pene capitali a Venezia

Apr 27th, 2018 | By | Category: Cronaca/Politica, Riflettore

E’ stata localizzata l’ultima volta a Venezia, attraverso la cella telefonica. Nella foto  si trova alla stazione ferroviaria di Calalzo di Cadore ieri pomeriggio alle 15.28. La 14enne di Pieve di Cadore non è più rientrata a casa e i familiari la stanno cercando.

Sparita misteriosamente 14enne di Pieve di Cadore (BL) dopo aver manifestato ai famigliari ed agli amici l’intenzione di venire a Venezia a vedere la mostra sulle torture e le pene capitali della Serenissima, “Venice Secrets: Crime & Justice”. La direzione dell’evento espositivo a Palazzo Zaguri in campo San Maurizio ha offerto la massima collaborazione al padre e allo zio della minore scomparsa da Pieve di Cadore da giovedì pomeriggio 26 aprile. I famigliari si sono presentati stamattina alla reception della mostra dedicata al sistema penale della Repubblica di Venezia, www.venicesecrets.net, chiedendo se lo staff della mostra aperta tutta la settimana l’aveva vista fra i visitatori arrivati fra ieri e oggi, fornendo nel contempo un’immagine al personale di reception con la preghiera, in caso di identificazione della giovane nelle prossime ore, di avvisare il comando dei carabinieri.
“Siamo disponibili a collaborare in tutto e per tutto sia con i famigliari della ragazza scomparsa che con le forze dell’ordine” dichiara Mauro Rigoni, amministratore delegato di Venice Exhibition srl, società promoter internazionale di eventi culturali e scientifici che ha in gestione la sede espositiva di Palazzo Zaguri, “abbiamo comunicato gli estremi della ricerca a tutto il nostro personale distribuito nelle 36 sale su 5 piani della mostra e della libreria Ubik al piano terra del palazzo. In più dirameremo attraverso i nostri social aziendali un appello in italiano e inglese a tutti i visitatori che sono entrati in mostra fra ieri e oggi o che hanno intenzione di visitarla nelle prossime giornate di segnalare alla nostra reception se vedessero una persona con le sue sembianze. Infine le immagini video del nostro sistema di videosorveglianza a circuito chiuso sono a disposizione dei carabinieri. Confidiamo in una rapida soluzione”.

Dalle informazioni trapelate la ragazza si sarebbe allontanata da casa vestita di nero con uno zainetto di colore nero. Il suo telefono cellulare si sarebbe agganciato un’ultima volta con una cella telefonica del centro storico di Venezia. Aveva manifestato l’interesse verso la mostra “Venice Secrets: Crime & Justice” che aveva detto di voler visitare attratta dalle originali ricostruzioni storiche dei sistemi di tortura e pena capitale dell’antichità veneziana. Un desiderio che ha portato i famigliari a recarsi di persona alla reception della mostra a chiedere informazioni. La direzione di Venice Exhibition srl chiede a chiunque abbia notato la giovane in campo San Maurizio o comunque nei pressi dell’ingresso dell’esposizione di contattare immediatamente la reception della mostra al numero 3463287206. Lo staff della mostra è grato fin d’ora a chi fornirà informazioni.

Share

Comments are closed.