Monday, 22 July 2019 - 20:14

Nascite record in Alto Adige, ecco perché: 74 milioni e mezzo nel 2016 alle famiglie con figli

Mar 26th, 2017 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

La provincia di Belluno è afflitta dal fenomeno dello spopolamento. A pochi chilometri da noi, nell’Alto Adige, sta succedendo il contrario. Infatti il tasso di natalità è del +1,4% il più alto d’Italia.
Ecco la ricetta vincente, condita in salsa di euro e autonomia. Quello, insomma, che manca alla provincia di Belluno.
Nel 2016 l’Agenzia provinciale per lo sviluppo sociale ed economico della Provincia di Bolzano ha erogato un totale di 74 milioni e mezzo di euro a 32mila famiglie di cui il 12,6% extracomunitarie.
Tutte le famiglie di Bolzano, con patrimonio e reddito inferiori alla soglia di 80mila euro, percepiscono un contributo di 200 euro al mese. Per le famiglie più bisognose, inoltre, sono previste altre forme di aiuto. Come l’Assegno provinciale, istituito per la cura e l’educazione dei figli nei primi tre anni di vita, che è di 200 euro al mese per figlio. L’Assegno provinciale +, previsto per quelle famiglie in cui entrambi i genitori usufruiscono del congedo parentale. Il contributo è di 400 euro al mese nel caso di padri che godono di un’indennità pari al 30% della retribuzione durante il congedo; sale a 800 euro al mese nel caso di padri che non percepiscono alcuna retribuzione durante il congedo e di 600 euro al mese per padri che percepiscano l’indennità pari al 30% della retribuzione solo per parte del periodo di congedo. L’Assegno regionale viene calcolato sulla base della condizioni economiche e del numero di componenti. Nel 2016 è stato assegnato a 28.858 famiglie. L’Assegno statale viene erogato a famiglie con almeno tre figli minori e con redditi e patrimoni non elevati. L‘ammontare dell‘assegno mensile, calcolato in base dell’Isee l‘indicatore della situazione economica per tredici mensilità, nella misura massima di 141,30 euro per 13 mesi.  Assegno statale di maternità è una misura assistenziale dello Stato pensata per le madri che non hanno diritto a nessun‘altra indennità di maternità. Per le nascite nell’anno 2016 l‘importo complessivo massimo è risultato essere di 1.694 euro l’anno.
Ma c’è anche il sostegno della prosecuzione volontaria a favore delle casalinghe che è di 4.000 euro l’anno e che si può estendere a coloro che si ritrovano senza lavoro.
fonte: www.provincia.bz.it/famiglia

Share

Comments are closed.