Saturday, 21 September 2019 - 02:46
direttore responsabile Roberto De Nart

Il Bard incontra l’Ovp (Österreichische Volkspartei) al governo nel Land Tirolo

Ago 24th, 2014 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

belluno-provincia-autonomaOggi 24 agosto 2014 il movimento BARD ha incontrato a Innsbruck una rappresentanza del partito Österreichische Volkspartei (OVP), al governo nel Land Tirolo. L’incontro si è svolto in un clima di grande cordialità e i temi trattati sono stati principalmente l’adesione della provincia di Belluno alla euro regione alpina comprendente il Tirolo e le province autonome di Trento e Bolzano e le possibili collaborazioni nel campo dell’agricoltura di montagna, del turismo, delle infrastrutture e dell’energia. I rappresentanti dell’OVP si sono resi disponibili a trasmettere queste richieste ai vertici del Land Tirolo e del governo austriaco. Si è concordato un incontro nel Bellunese nei primi giorni di ottobre in modo approfondire i temi oggetto della collaborazione ed in particolar modo l’immediata adesione della provincia di Belluno all’Euregio. La partecipazione ad una regione alpina sovra nazionale rappresenta un’opportunità straordinaria di sviluppo per una terra, che è di confine rispetto allo stato italiano, ma centrale nel continente europeo. Una scelta che guarda a nord, al futuro dell’area alpina e che scommette sull’Europa.

Share

8 comments
Leave a comment »

  1. Per me il futuro della nostra terra è nell’indipendenza del Veneto: il referendum è già legge regionale! Altro che promesse dei partiti… austriaci!!!
    Max Vidori
    coordinatore Indipendenza Veneta Dolomiti

  2. Bravi. Gli unici che hanno idee.

  3. Da quando è stato giustamente cacciato silvano martini il pidiellino, ormai il BARD ha il vento in poppa! Non c’è tempo da perdere con i patetici venetisti! Non abbiamo niente a che spartire con il veneto! Belluno libera!

  4. veneti, austriaci o italanski sempre fessi ci hanno fatto e sempre ci faranno.
    Chi vuole scommettere?

  5. @Andrea
    Dovrebbe rivedere le sue competenze storiche e culturali, oltre che quelle linguistiche. Patetico è chi suscita compassione. Indipendenza Veneta ha portato il consiglio regionale a varare una legge per lo svolgimento del referendum: questo è un fatto, non ciacole! Le ciacole suscitano compassione!!

    @cleber
    E’ possibile, ma almeno c’è la speranza che cambiando interlocutore qualcosa cambi: di sicuro a rimanere in italia, non cambia nulla… se non in peggio!

  6. Silvano Martini il problema dei bellunesi,
    avanti con il vento in poppa adesso che è’ stato cacciato, qlc avverta Renzi che abbiamo risolto i problemi dell’Italia,
    ma robe da matti.

  7. Cari amici del Bard dove eravate quando un folto gruppo di bellunesi chiedevono l’autonomia di Belluno prima con il PAB e poi con il PNE di Giorgio Panto. Ora che molto probabilmenti la Moretti vincerà le elezioni vi siete fatti avanti: Domanda: come mai siete andati a fare un accordo a livello solo dirigenziale e non l’avete fatto pubblico in modo tale che i bellunesi sapessero quali erono le vostre richieste (forse chiedevate come suppongo qualche poltrona) e non gli effettivi interessi del popolo bellunese. Siete andati a trattare con l’OVP ma non avete reso pubblico gli argomenti trattati. Se Vi prendete la briga di leggere il libro di Giorgio Panto li troverete quali erono i progetti della mega regione dolomitica comprendente il Veneto , la Venezia Giulia , il trentino altoadige e la Garinzia.Cordiali saluti

  8. […] jüngst, am 24. August, machte sich eine Delegation des BARD auf den Weg nach Innsbruck, um sich mit der Jungen ÖVP um Dominik Schrott und Matthias Weger zu treffen. Ein vorsichtiges […]