13.9 C
Belluno
giovedì, Luglio 18, 2024
HomeLettere OpinioniAsino sbranato dai lupi in Cansiglio. La testimonianza di un allevatore

Asino sbranato dai lupi in Cansiglio. La testimonianza di un allevatore

Vi scrivo con il cuore spezzato e una grande rabbia dentro. Ieri notte i lupi hanno attaccato il mio allevamento e mi hanno ucciso un asino. Era più di un semplice animale, era parte della mia vita quotidiana, un compagno di vita.

Vivo vicino alla Foresta del Cansiglio, una zona dove sono presenti lupi in maniera massiccia, e capisco l’importanza della biodiversità, ma chi protegge noi allevatori? Chi si preoccupa dei nostri animali, del nostro lavoro, del nostro sostentamento? Non possiamo continuare a vivere con la paura costante che un altro attacco possa accadere.

Chiedo alle autorità di intervenire. Non voglio sterminare i lupi, ma serve una gestione più equilibrata e responsabile. Non possiamo essere lasciati soli in questa battaglia. Gli allevatori hanno bisogno di supporto e protezione, di risarcimenti adeguati e di misure preventive efficaci.

Vi prego di dare voce alla mia situazione e a quella di tanti altri allevatori che ogni giorno affrontano queste difficoltà. Non possiamo più aspettare. Abbiamo bisogno di azioni concrete ora.

Wendi Zoppè e Tamara De Filippo

- Advertisment -

Popolari