13.9 C
Belluno
giovedì, Giugno 13, 2024
HomeSport, tempo liberoGuarnieri: terza giornata che ribalta le classifiche. Task stoppata causa meteo avversa

Guarnieri: terza giornata che ribalta le classifiche. Task stoppata causa meteo avversa

Il feltrino Paludetto in vetta di due categorie

Pedavena, 8 giugno 2024 – Si è anticipata lievemente l’apertura della finestra di volo e anche l’avvio di gara è stato quanto più celere possibile con l’impiego di numerosi volontari in decollo. La task è stata avviata con successo. I piloti si sono avviati rapidamente verso le prime tre boe ma anche questo pomeriggio il maltempo ha avuto la meglio sulla terza task
di gara della Trentanovesima Edizione di Guarnieri International Trophy.
Una giornata decisiva per la classifica, anche in vista della giornata di domani, le cui condizioni parrebbero abbastanza incerte.

“Non abbiamo ancora deciso se domani voleremo. Come in ogni giornata di gara decideremo la mattina stessa in accordo con la commissione tecnica.
Abbiamo scelto di decollare dal Monte Avena per massimizzare i ritmi, ma alle ore 15:04 ho deciso di stoppare la gara per mettere in sicurezza i piloti e li ho invitati a scendere a terra” spiega Andrea Saioni, Direttore di gara.
Il gruppo di testa stava atterrando in zona Mugnai – Peschiera per le condizioni avverse, superato da un secondo gruppo che stava raggiungendo la boa di Seren del Grappa. Tuttavia l’interruzione della gara ha giovato ai primi, che rimangono in testa.
La classifica OVERALL si chiude con un ritorno di italiani sul podio: al primo posto il bolognese Biagio Alberto Vitale, seguito dal feltrino Ivan Centa, e il trentino Christian Biasi al terzo posto.
Podio femminile OVERALL odierno vede in vetta la polacca Klaudia Bulgakow, seconda Silvia Buzzi Ferraris già vincitrice del Guarnieri nel 2022, e terza la svizzera Nanda Walliser.
Grande soddisfazione tutta feltrina per la neo promessa del volo Roberto Paludetto, socio Para e Delta Club Feltre, che chiude per primo sia la categoria SPORT che della categoria SERIAL, entrambe categorie di gara riservate a vele meno performanti ma che comunque possono competere all’ambito trofeo con una propria classifica.
“Sono contentissimo del risultato, non me l’aspettavo. Dedico questo risultato a Gioia che mi supporta sempre.” dice il ventiquattrenne ancora visibilmente commosso alla notizia. “L’obiettivo che mi ero prefissato era quello di chiudere semplicemente la task perchè questo è il mio primo Guarnieri. Sono partito bene all’inizio, ma la vera differenza è stata fatta dalla dinamica che si è creata sopra al Monte Pafagai. Conosco bene quel luogo perchè mi ci alleno di frequente, quindi sapevo esattamente dove si trovava la termica giusta, che mi ha permesso di scalare la classifica”.

- Advertisment -

Popolari