13.9 C
Belluno
giovedì, Giugno 13, 2024
HomePrima PaginaBelluno, questionario sulla mobilità. Entro il 30 giugno per partecipare

Belluno, questionario sulla mobilità. Entro il 30 giugno per partecipare

Palazzo Rosso, sede dell’amministrazione comunale di Belluno

C’è ancora tempo fino al 30 giugno per compilare online, dal sito istituzionale del Comune di Belluno, il Questionario sulla mobilità. Il test, anonimo, sarà propedeutico per la stesura da parte dell’Amministrazione del Piano Urbano della Mobilità sostenibile di Belluno (PUMS) e del Piano Generale del Traffico urbano (PGTU).

“L’ultimo Piano risale al 2006 – commenta il sindaco De Pellegrin -, parliamo di quasi vent’anni fa. Da allora la nostra città è cambiata molto, le abitudini, gli spostamenti e la residenzialità dei bellunesi non sono più gli stessi e di conseguenza è necessario raccogliere dati, analizzarli e capire da questi quali azioni sviluppare per riorganizzare i flussi lungo la rete viaria comunale. Gli obiettivi sono rendere il traffico più scorrevole nelle ore di punta e in certe arterie ad alto passaggio e, allo stesso tempo, favorire la mobilità sostenibile e la sicurezza di chi si sposta a piedi o in bici”.
Uno dei punti su cui si concentra lo studio, infatti, è proprio il sostegno alla mobilità sostenibile per diffondere maggiormente sul territorio l’utilizzo della bicicletta come mezzo di trasporto per gli spostamenti in città. Per questo particolare attenzione sarà posta alla sicurezza stradale e alla rete di piste ciclabili.
Il documento sarà fortemente improntato anche a favorire l’utilizzo di mezzi pubblici in vista dell’introduzione, anche nel comune di Belluno, del trasporto a chiamata. Ma non solo, l’Amministrazione si prefigge di diffondere la conoscenza di altre forme di trasporto sostenibile come il car sharing e il car pooling, attraverso l’istituzione di parcheggi di scambio e non solo. “Abbiamo una rete viaria comunale ben strutturata e che si estende per 450 chilometri – spiega il primo cittadino -, lo studio su cui stiamo lavorando è finalizzato a riorganizzare la nostra viabilità, migliorare la distribuzione dei flussi di traffico e quindi la scorrevolezza in certi punti della città e a certe ore del giorno. Insomma, il PUMS e il PGTU sono dei piani che ci permetteranno di fissare, per la città di Belluno, degli obiettivi con lo scopo di migliorare la mobilità delle persone, tenendo presente la sostenibilità ambientale”.

Attraverso 47 domande a risposta multipla e del tutto anonima, il questionario permetterà di capire gli spostamenti e le abitudini dei cittadini e non solo, anche di chi raggiunge ogni giorno il Capoluogo per motivi di lavoro. Il software analizzerà poi i dati raccolti per redigere una mappa da cui partire per le prossime scelte, per individuare dunque le strategie e le azioni da applicare per migliorare il sistema della mobilità sul territorio.
“Il Piano Urbano della Mobilità sostenibile e il Piano Generale del Traffico Urbano sono due documenti che vanno di pari passo con la stesura del Pat – spiega l’Assessore all’urbanistica -, ma di fatto al Comune di Belluno mancano ed è per questo ci stiamo lavorando fin dal nostro insedia-mento. Il questionario è il primo passaggio, fondamentale, per studiare tutto il resto. Invitiamo i cittadini che non l’hanno ancora fatto a compilarlo, si può farlo tranquillamente dal proprio telefonino”.

Il questionario si trova nel sito istituzionale del Comune, raggiungibile dalla home page

 

 

 

- Advertisment -

Popolari