13.9 C
Belluno
domenica, Maggio 26, 2024
HomePrima PaginaSeconda Tappa di Coppa delle Alpi 2024: mattinata fra i passi, poi...

Seconda Tappa di Coppa delle Alpi 2024: mattinata fra i passi, poi l’approdo in Austria

Nella serata di ieri, un tramonto mozzafiato visto dagli oltre 2000 metri del Rifugio Faloria ha fatto da preludio alla cena, durante la quale si è discusso di Una Comunità per Olimpiadi Sostenibili e Accessibili.

“Sembra strano a dirsi – ha detto la vicesindaca di Cortina, Robertà Alverà – ma a Cortina gli sport invernali sono arrivati soltanto negli anni Cinquanta dopo le Olimpiadi, oggi serve un consolidamento della stagione estiva e di un’offerta turistica destagionalizzata, che per noi di Cortina non è che un ritorno alle origini. Vediamo nel futuro evento olimpico un modo per rilanciarci e tornare ad esser famosi a livello internazionale con le nuove generazioni.”

Fra le Best Practice ha parlato Fabio Pompanin, Responsabile dello Chef Team Cortina: “Siamo un gruppo nato quindici anni fa con dieci ristoranti di Cortina, ci siamo messi insieme per promuovere la nostra arte culinaria e siamo riusciti a portarla in giro per il mondo, fino ad arrivare al traguardo della gestione delle cucine di Casa Italia alle Olimpiadi.”

Venendo a stamattina, una volta partiti dallo Stadio Olimpico del Ghiaccio di Cortina, gli equipaggi saliranno subito verso il Passo Giau, dove li attenderà un blocco di 7 Prove Cronometrate. La classifica parziale dopo la tappa di ieri vede in testa Ginesi e Rohr con la loro Fiat 508 s Balilla Coppa D del 1934, seguiti da Decremer e Mertens con Aston Martin Db2 del 1951 e Wetz-Galloni con Lancia Aurelia B20 GT 2500 Ber del 1957.

Sul confine veneto col Trentino vi sarà una Prova di Media sul Passo Pordoi, poi ancora Prove Cronometrate sul Passo Sella prima della sfida sul Gardena della settima Prova di Media della gara.

Il successivo Controllo Timbro, dedicato alla Val Badia, avverrà a Corvara, a più di 1500 metri di quota e all’ombra dell’imponente Sassolungo.

Attraversando il Passo Furcia, le vetture giungeranno a Brunico, nel cuore della Val Pusteria, dove gli equipaggi sosteranno per il pranzo al Castello di Ripa, la sede del Messner Mountain Museum dedicata ai popoli della montagna. Sarà proprio Reinhold Messner ad accogliere i partecipanti, con i quali condividerà idee e progetti.

Abbandonata la splendida vista sul Plan de Corones e sulle Alpi della valle di Zillertal, gli equipaggi si sfideranno nel pomeriggio in una Prova di Media a Lasta di Dentro e in una serie di Prove Cronometrate nel territorio di Terento; per poi giungere finalmente in Austria, terza Nazione del Grande Viaggio Alpino.

Una volta valicato il Brennero, si susseguiranno una Prova di Media nei pressi di Pfons e poi un Controllo Timbro a Innsbruck, quinta città austriaca per grandezza e capofila del progetto tirolese Clean Alpine Region, attivo per lo sviluppo e l’applicazione di tecnologie innovative e pulite.

La seconda tappa si è chiuderà a Seefeld, sede del primo impianto idroelettrico a impatto ambientale zero, che produce energia dalle acque reflue. A cena si parlerà di Connessioni tra agricoltura di montagna e offerta turistica: saranno ospiti Elias Walser dell’Ufficio turistico di Seefeld e Lisa Krenkel, di Tourismverband Seefeld.

- Advertisment -

Popolari