13.9 C
Belluno
venerdì, Maggio 24, 2024
HomePrima PaginaVolley. Serie C, la Homeclick vince in 4 set e rimane...

Volley. Serie C, la Homeclick vince in 4 set e rimane seconda. Serie D perde a Legnego

HomeclickSerie C. È il settimo sigillo interno: piegato anche il Colombo

HOMECLICK SB VOLLEY-VOLLEY COLOMBO 3-1

PARZIALI: 25-16, 25-21, 28-30, 25-19.

HOMECLICK SB VOLLEY: E. Barp 8, B. Barp 7, Mares 9, Maschio 17, Pombia 6, Fiabane 7; Degortes (L), V. De Salvador, Naldo, Casagrande 5, Consoli. N.e. Pavan, C. De Barba, Ingrosso (L). Allenatore: G. De Salvador.

VOLLEY COLOMBO: Maragno 6, Martini 9, L. Miazzi 5, Cesarini 21, Barbuiani 2, Leonardi 3; Beccaro (L), A. Miazzi 2, Mattaliano Belforti, Maniero, Marivo, Dainese, Franchetti 5. Allenatore: M. Trevisani.

ARBITRO: Stefano Dalla Bernardina di Belluno.

NOTE. Homeclick: battute sbagliate 8, vincenti 4, muri 8. Colombo: b.s. 13, v. 3, m. 5.

Il Colombo ha le ali, ma a volare è la Homeclick. Settimo sigillo casalingo, su sette incontri, per le ragazze di Josh De Salvador, che mantengono quindi la loro imbattibilità interna e cementano il secondo scalino della graduatoria. Anche se non è stato affatto semplice risolvere il rebus padovano. E sbrogliare la matassa contro la quarta forza del girone, capace di strappare un set dal parquet del De Mas. Ed è il primo al passivo di questo campionato per la SB Volley. In ogni caso, i tre punti sono in cassaforte. Ed è ciò che conta. Determinante l’apporto a tutto tondo di Elena Barp (dalla regia ai 3 muri, fino all’incisività al servizio), così come il contributo in attacco di una Nausicaa Maschio da 17 punti.

NELLE PIEGHE DEL MATCH – Entrando nelle pieghe della cronaca, le ospiti rimangono a contatto fino al 9-9: poi, però, la Homeclick decide di “dare gas”. E impacchetta un break di 5-0. Lo strappo è importante. E diventa definitivo nel momento in cui sale di tono il muro: un fondamentale interpretato al meglio da Elena Barp, che inchioda nella metà campo avversaria i palloni del 19-12 e del 21-13. Più combattuto il secondo round, caratterizzato da una serie di scambi lunghi e ad alto tasso di spettacolarità. La solita Barp timbra l’ace dell’11-7. E Mares la imita col servizio vincente del 13-8. Insomma, le padrone di casa scappano via. Anche se il sestetto padovano prova a rifarsi sotto con Franchetti, il cui contrattacco vale il -2. L’epilogo, però, è dolomitico, anche in virtù di un’ottima serie in battuta della neo entrata Naldo.

STRADA SPIANATA – La strada sembra spianata. E la SB Volley apre il terzo atto con un tennistico 6-2, ma il Colombo ha orgoglio da vendere: dopo essere stato doppiato sul 12-6, 14-7 e 16-8, risale la corrente. E impatta a quota 23, grazie a due punti in sequenza di Dainese. Si va ai vantaggi: le padrone di casa si vedono annullare tre match-ball. E non riescono a evitare lo scivolone: 28-30. Tutto da rifare? Beh, non esageriamo. Perché, nonostante la falsa partenza nel quarto round (1-4), la SB alza l’intensità della propria pallavolo. E rimette le cose in chiaro, sfruttando pure le forze fresche, entrate dalla panchina: come Naldo, Casagrande e Consoli. Pombia, con un puntuale primo tempo, timbra il 21-18 e, con un tocco vellutato, il 22-19, mentre Fiabane si fa sentire a muro e Beatrice Barp chiude definitivamente i giochi.

LA PAROLA ALLA REGIA – «Sapevamo che sarebbe stata dura – è il commento della palleggiatrice Elena Barp -. Anche in casa loro, il nostro successo per 3-2 è stato molto più che sudato: il Volley Colombo lotta su ogni pallone In più, abbiamo la coperta un po’ corta, a causa dell’infortunio di Schiavo: l’assenza di Fiona non ci permette di rifiatare in alcuni ruoli. La vittoria? La dedichiamo allo staff e a noi stesse: ci stiamo mettendo l’anima ogni sabato».

 

 

Homeclick SB Volley Serie D

Serie D Trasferta amara: passivo in quattro set a Legnago

GRIFFON LEGNAGO-HOMECLICK SB VOLLEY 3-1

PARZIALI: 25-22, 22-25, 25-21, 25-20.

GRIFFON LEGNAGO: Gentilin, Dal Degan, Marchiotto, Mirandola, Bertolini, Benetti (L), Scaravelli, Rigobrillo, Brunelli, Corradini, Vesentini. Allenatore: A. Albertini.

HOMECLICK SB VOLLEY: D’Isep 7, Costa 13, Fent 7, Buzzatti 8, Zanellati 6, Ottone 20; Casanova (L), Zambon 2, Da Pos 2, Dall’Oglio, Scussel (L), Sitta, Sanna. Allenatore: D. Pezzei.

NOTE. Homeclick: battute sbagliate 11, vincenti 10, muri 7.

Legnago è amara: la Homeclick di serie D, infatti, continua a incontrare delle difficoltà in trasferta. E, contro il Griffon, incappa nella quinta sconfitta di fila, lontano dalle mura amiche. L’ultimo, e unico, successo fuori provincia risale all’inizio del mese di dicembre: ovvero, al 3-1 sul parquet veneziano di Stra contro il Synergy.

In terra veronese, è andata in scena una partita rimasta a lungo sul filo dell’equilibrio. Ma le padrone di casa hanno dimostrato di avere qualcosa in più in termini di lucidità, concretezza e anche di spavalderia. E sono riuscite a condurre in porto i tre punti, nonostante la generosità di una SB Volley che ci ha provato fino alla fine. Ma non è bastato.

«È mancata incisività in attacco – analizza, nel post gara, il dirigente Claudio Casanova -. Le ragazze hanno giocato col freno a mano un po’ tirato. E ne è nata una prova a elastico: bene in alcuni frangenti, meno bene in altri. Alla lunga, abbiamo pagato a caro prezzo le troppe disattenzioni, soprattutto nei momenti decisivi. E talvolta le nostre atlete si sono fatte trovare fuori posizione sulle linee d’attacco delle avversarie». La zona salvezza si allontana di un ulteriore punticino: «Ora ci vorrebbe un’impresa».

- Advertisment -

Popolari