13.9 C
Belluno
domenica, Maggio 26, 2024
HomePrima PaginaLa "Casa del Sole" di Ponte nelle Alpi compie 160 anni

La “Casa del Sole” di Ponte nelle Alpi compie 160 anni

Casa del Sole – Ponte nelle Alpi

Un martedì grasso ricco di emozioni per gli ospiti e il personale della Casa di Riposo di Ponte nelle Alpi, che celebra i 160 anni. Perché il vescovo della diocesi di Belluno-Feltre, monsignor Renato Marangoni, ha fatto visita alla struttura e condotto la santa messa all’interno del Centro diurno. Ad accoglierlo, il presidente della Fondazione, Daniele Galantin, la direttrice, Cinzia Pierobon, e il parrocco di Ponte nelle Alpi-Soverzene, don Francesco Santomaso, mentre l’amministrazione comunale era rappresentata dall’assessore Andrea Pontello.

Casa del Sole 1949 – Visita del presidente del Consiglio De_Gasperi
Casa del Sole 2003 – Visita del Premio Nobel Rita Levi Montalcini, sulla destra l’onorevole Bortot

L’edificio è sorto nel 1864 e ha sempre avuto un importante ruolo socio-sanitario per l’intero territorio bellunese. Nel tempo hanno fatto visita al centro – per anni luogo di cura per bimbi malati di tubercolosi – anche il presidente del Consiglio De Gasperi e il premio Nobel Rita Levi Montalcini.

Oggi la “Casa del Sole” offre molti servizi sociali, ha sessanta ospiti non autosufficienti, è Centro diurno e promuove il servizio domiciliare di assistenza: in più, è il riferimento di molte associazioni di volontariato e «grazie al consiglio di amministrazione, alla dirigenza e a tutto il personale – sottolinea il sindaco Paolo Vendramini – è un punto di eccellenza nell’ospitalità e cura degli anziani a livello provinciale». Nella “Casa del Sole” trovano spazio anche le sedi dell’Associazione Italiana Sclerosi Multipla, il Centro anti-violenza “Belluno Donna” e gruppi sportivi.

L’amministrazione comunale, inoltre, ha raggiunto un accordo con la Provincia di Belluno per riqualificare gli edifici che guardano a viale Roma e via dei Zattieri e che daranno vita alla “Cittadella dei Servizi”, incentrata soprattutto sulle coabitazioni sociali.

Tornando alle celebrazioni avvenute in mattinata, il vescovo Marangoni ha portato la propria vicinanza a tutti gli ospiti, si è intrattenuto con il presidente Galantin e il personale, e ha incoraggiato a perseguire su una missione importante e fondamentale come quella relativa al sociale, a favore delle persone più fragili e bisognose.

- Advertisment -

Popolari