13.9 C
Belluno
martedì, Febbraio 7, 2023
Home Lettere Opinioni Feltre, raccolta rifiuti. Disservizi, sanzioni, subappalti

Feltre, raccolta rifiuti. Disservizi, sanzioni, subappalti

106. Sì 106 sembra siano le sanzioni elevate per abbandono di rifiuto fuori dai cassonetti per l’anno 2022. Un dato che arriva dalle segnalazioni pervenute da diversi residenti feltrini che nei 3/4 giorni che ruotano intorno al 6 novembre denunciavano il blocco totale del funzionamento del display dei cassonetti del secco indifferenziato su diverse isole ecologiche di Feltre. Purtroppo alcuni cittadini ,dopo aver girovagato a vuoto alla ricerca di un cassonetto funzionante, per sfinimento e lievitati di rabbia, si sono arresi abbandonando a terra il rifiuto.
Sicuramente un comportamento scorretto perché tale gesto comporta un conseguente ulteriore lavoro di raccolta che va a caricarsi sulle spalle del resto della comunità, ma che non è passato inosservato agli occhi delle telecamere che hanno poi commissionato le relative sanzioni da 250 euro anche se il Regolamento Comunale approvato con delibera n.66 del 21-12-2020 prevede un minimo di 50 euro .

Ripeto, un gesto scorretto da parte degli utenti ma che fa alzare la guardia su quel servizio che, su disposizione dell’ente nazionale ARERA (Autorita’ di regolazione per energia reti e ambienti) doveva offrire un servizio concorrenziale, efficiente e vigilare sullo stesso a tutela del consumatore, ma che in realtà non si sta dimostrando tale.

Facendo un analisi fra quella che era la gestione della raccolta del rifiuto del prima in capo al Comune di Feltre e quella iniziata con la Bellunum nel giugno 2019, non si è manifestata nel servizio, la tanto acclamata economia di scala, ma si riscontrano dei forti aumenti di costo dello stesso pari a 400.000 mila euro in due anni e mezzo.
Diversamente, grazie all’eccelso operato delle allora maestranze in capo al Comune di Feltre che hanno operato fino al 2019, si riuscivano a recuperare da vetro, ferro, carta, e manutenzione interna delle chiavette oltre 200.00 euro, entrate che sembra si siano in questi due anni azzerate.
Aspetti che non vanno sottovalutati e se, come giunge dalle possibili disposizioni passate nel Consiglio Comunale del 28 novembre 2022, per appianare un possibile sbilancio per l’annualità 2023, l’Amministrazione Fusaro ritiene opportuno sopperire alzando le tasse IRPEF E TARI, ritengo altrettanto doveroso fare le pulci seriamente al PEF della Bellunum che ci sta fornendo il servizio.
Un servizio che effettivamente come dimostrano anche le 106 sanzioni, talvolta non è efficiente a dovere, un servizio che ha smantellato il tanto acclamato software dotato di brevetto che doveva rilevare il troppo pieno del cassonetto e trasmetterlo all’ente di raccolta per lo svuotamento.
Finanze dei contribuenti che ne sostenevano i costi di manutenzione (7 euro ogni mese a cassonetto), un software facente parte del patrimonio che ha valso la quota per il Comune di Feltre in Bellunum del 28% ma che se smantellato comporta un risparmio sui costi di gestione. Mi farebbe piacere conoscere come cittadina, i risparmi provenienti dalla gestione del personale dell’ecocentro in quanto mi risulta che la Bellunum si avvalga di reperire personale tramite appalti con cooperative fuori regione che poi subappaltano a 6 euro ora per contratti che variano da 3 ai 20 giorni a cooperative locali. Retribuzioni ben distanti dai 45 euro contabilizzati per il dipendente dalla azienda Bellunum.

A queste sollecitazioni, ma ne potrei aggiungere tante altre che pongo all’attenzione della attuale amministrazione, spero di avere altrettante risposte sia sul servizio erogato dall’ente Bellunum, sia dalla stessa amministrazione che dovrebbe a mio avviso, prima di aumentare i costi a carico del cittadini, debba verificare e garantire il servizio verificandone i costi tramite una corretta e oculata gestione aziendale.

Nadia Forlin – Feltre

Share
- Advertisment -

Popolari

Terremoto in Turchia e Siria. Zaia: “Personale sanitario specializzato pronto a partire”

Venezia, 6 febbraio 2023  “Personale sanitario specializzato in maxi emergenze del SUEM della Regione Veneto, medici e infermieri, è pronto a partire verso le zone...

Dolomiti Bellunesi sotto i riflettori. A Casa Sanremo è cominciata l’avventura

Ospiti di giornata Loris Capirossi con l'auto disegnata da Giorgio Pirolo, Nicole Mazzocato, Olimpiadi e sport invernali Primo giorno di Dolomiti Bellunesi a Casa Sanremo....

Deflusso ecologico, Deola: «Bene la sperimentazione allargata. L’obiettivo è la tutela della risorsa idrica e dell’ambiente fluvio-lacustre»

«Una sperimentazione, perché sia valida, ha bisogno di tempo e di dati certi. Quindi ben venga l'allargamento della sperimentazione in corso sulle derivazioni Enel...

Comincio dai 3. Domenica alle 17:00 al Comunale va in scena U.Mani

Gran finale per le domeniche della Stagione di teatro COMINCIO DAI 3, dopo il sold out de “La Bianca, la blu e la rossa”,...
Share