13.9 C
Belluno
giovedì, Marzo 30, 2023
Home Lavoro, Economia, Turismo In 5 anni aumentati del 543% i siti ".it" dedicati al turismo....

In 5 anni aumentati del 543% i siti “.it” dedicati al turismo. Da 22.992 del 2017 ai 148.021 di oggi

«Nel primo semestre 2022 ci sono 8.000 siti in più rispetto al 2021» sottolineano gli analisti di Vamonos-Vacanze.it, il tour operator italiano specializzato in vacanze di gruppo

Confrontando i nuovi siti «punto it» registrati nei primi 6 mesi del 2022 con il totale del 2021, emerge un aumento in tutti gli ambiti del comparto turistico. A metterlo in evidenza è Vamonos-Vacanze.it, il tour operator italiano specializzato in vacanze di gruppo.

«Insomma un risultato molto positivo per un settore che ora sta vivendo un momento di grande ripartenza, con numeri che finalmente riescono a competere e perfino a superare quelli del 2019» commentano gli analisti del tour operator.

L’analisi si basa sui dati del «Registro.it», l’anagrafe dei siti web a targa italiana che è organo dell’Istituto di Informatica e Telematica del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr-Iit) e che attraverso l’osservatorio permanente «Tourism in the Net» analizza dal 2017 la diffusione su Internet delle varie categorie appartenenti al settore turistico.

«I dati confermano che i siti “punto it” afferenti al settore turistico sono più che sestuplicati rispetto al 2017 quando il totale era di appena 22.992 siti web. Mentre oggi il numero di questi siti “turistici” è salito a 148.021 portali, facendo segnare un +543% di crescita complessiva»sottolineano gli analisti di Vamonos-Vacanze.it.

Facendo poi riferimento all’ultimo “barometro mondiale del turismo” dell’Organizzazione mondiale del turismo (UNWTO) —agenzia specializzata delle Nazioni Unite con sede a Madrid— Vamonos-Vacanze.it mette in evidenza che già nel primo trimestre del 2022 vi è stato anche un aumento del turismo mondiale del 182% rispetto all’anno scorso e che la crescita si prevede possa mantenersi ed anzi aumentare lungo tutto il 2022.

«Nel complesso —dalle analisi che abbiamo posto in essere— si evince un boom più marcato per il turismo made in Italy rispetto ad altre destinazione» commenta Emma Lenoci, fondatrice di Vamonos-Vacanze.it.

Per quanto riguarda i siti italiani, a crescere maggiormente —tra le categorie monitorate dall’osservatorio permanente «Tourism in the Net»— sono stati i portali relativi all’ambito della «ristorazione», che passa da 1.763 siti classificati nel 2021 ai 3.642 del primo semestre 2022 (segnando un incremento del 106% rispetto all’intero computo dell’anno scorso).

Poi ancora un notevole incremento vi è stato anche per la categoria «alloggio», che nel primo semestre dell’anno in corso ha registrato ben 3.230 nuovi «punto it», segnando un incremento del 58%.

Ma anche l’ambito più specifico dei «tour operator» segna —con 319 nuovi siti web— un aumento del 25% rispetto al totale 2021. Ed ottima la prestazione anche per l’ambito «intrattenimento» che —arrivando nei primi 6 mesi del 2022 a 300 nuovi siti web— vede un incremento del 72% rispetto al totale dell’anno precedente.

«Dati sicuramente influenzati in positivo dalla ripresa degli eventi e degli spettacoli dal vivo dopo il grande stop causato dalla pandemia» sostiene la fondatrice di Vamonos-Vacanze.it.

Share
- Advertisment -

Popolari

Consorzio Dolomiti Prealpi: bilancio ok e grande partecipazione

Borgo Valbelluna, 29 marzo 2023 - Grande partecipazione e spunti interessanti. Chiusa con successo l'assemblea annuale del consorzio Dolomiti Prealpi. Una riunione all'insegna del...

La urologa Grazia Bianchi dell’ospedale di Feltre alla 7ma edizione SIU live

L’Urologia di Feltre ha preso parte alla settima edizione della SIU live, evento a scopo formativo, organizzato dalla Società Italiana di Urologia, che si...

Limana saluta Fiorindo D’Isep, una vita per il gelato artigianale

Oltre mezzo secolo di passione per il gelato. L'intera comunità limanese, ma non solo, piange la scomparsa di Fiorindo D'Isep, storico gelatiere di Polentes,...

Centopercentoanimalisti: “No all’abbattimento di lupi, orsi, linci, sciacalli”

Nel Tirolo austriaco il 1° aprile entrerà in vigore una legge che consentirà l'abbattimento dei "grandi carnivori dannosi" su giudizio delle autorità locali. O...
Share